Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Sonno

with 16 comments

Don’t wanna close my eyes
don’t wanna fall asleep
‘coz i’d miss you baby
and i don’t wanna miss a thing
‘coz even when i dream of you
the sweetest dream would never do
i’d still miss you baby
and i don’t wanna miss a thing

A volte, specialmente dopo insonnie come quella di stanotte, mi soffermo a pensare al valore delle cose, degli eventi, delle emozioni, e in verità sono pienamente consapevole che le cose hanno valore non certo per quello che valgono in se, ma per quello che significano, per ciò che lasciano dentro e per l’emozione che racchiudono.
E certo se potessi vorrei dormirei poco, il meno possibile e soprattutto sognare di più, e vivere almeno un po’ di questi sogni.
Perché ogni minuto in cui chiudo gli occhi perdo ben 60 secondi di luce, di vita, di intensità, e io non vorrei perdere nulla, nemmeno una cosa.
E anche per questo recentemente sono sempre più restio ad andare a letto, faccio tardi quasi inconsciamente, nella ricerca di essere poi talmente stanco da non dover pensare troppo e addormentarmi il più rapidamente possibile una volta a letto.
E intanto i minuti, le ore, i giorni scorrono e troppo spesso sembra che siano così pochi gli attimi trascorsi di cui è valsa veramente la pena assaporare ogni dettaglio.
Perché più penso più scopro che la vita ordinaria mi interessa sempre meno, e mi perdo nel desiderio dei soli momenti sublimi, perduto nella costante ricerca del meraviglioso.
Sì, parte di me vorrebbe quasi rinunciare al sonno, per vivere giornate di 24 ore, più intense, più piene, poi spesso ti accorgi che già dopo una dozzina di ore di certi giorni non ne puoi più, e allora ben venga il sonno, che conduce ad un nuovo giorno, che si spera sempre sarà in qualche modo migliore, più intenso ed emozionante del precedente.
E poi devo ammettere che se dormo poco o niente resto poi più rintronato del solito durante il giorno.
Perché alla fine, non ho più il fisico…
Come disse la mamma di fermi quando il figlio scappò in america…

 

Annunci

Written by Michele

9 gennaio 2013 a 10:21

16 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. A volte il sonno è come un rifugio…
    A volte…

    tramedipensieri

    9 gennaio 2013 at 18:13

    • già, può poi mutare in splendido sogno o terificante incubo

      Michele

      9 gennaio 2013 at 18:24

  2. Ogni volta che penso che trascorriamo un quarto della nostra vita a dormire mi sento male. Quanto tempo sprecato… A volte vorrei che il bisogno di dormire si estinguesse.

    Emily

    9 gennaio 2013 at 15:56

    • già, è il pensiero che faccio spesso, poi per carità se ne spreca ancora di più a volte da svegli…
      quindi cogliamo l’attimo e stringiamo i granelli di sabbia del tempo nella mano per non farne scivolare via troppi tra le dita 😉

      Michele

      9 gennaio 2013 at 16:02

  3. Io, a volte, mi faccio certe dormite di 10/12 ore di sonno e mai mi sento minimamente in colpa per aver perso ore di luce, di vita! 😀

    buonaventura

    9 gennaio 2013 at 13:13

    • Haahha io le facevo una volta. Ora non riesco più a dormire tanto. Sarà l’età? 🙂

      Michele

      9 gennaio 2013 at 13:15

      • E non lo so quanti anni hai.
        So soltanto che io e mia sorella (rispettivamente 32 e 43 anni) abbiamo le maratone di sonno nel DNA! 😀

        buonaventura

        9 gennaio 2013 at 13:16

        • Ahahhaa 46 🙂
          Anche se resto un fanciullo dentro.

          Michele

          9 gennaio 2013 at 13:17

          • Ce la puoi ancora fare a dormire tanto! 😀

            buonaventura

            9 gennaio 2013 at 13:19

            • Hahaha in teoria si. Ma più di tanto non riesco. Mi sveglio e basta. Certo poi pisolo a lungo poi nel letto 😉

              Michele

              9 gennaio 2013 at 13:20

              • Ecco… io vorrei tanto imparare a pisolare senza riaddormentarmi. Quando non mi alzo subito, è la fine! 😀

                buonaventura

                9 gennaio 2013 at 13:22

                • Ah io ci riesco alla grande. E faccio un sacco di intensi sogni da sveglio 😉

                  Michele

                  9 gennaio 2013 at 13:23

  4. nottata insonne pure per me… ma io vorrei dormire… nessuna ansia di perdermi la vita!

    itacchiaspillo

    9 gennaio 2013 at 12:24

    • Beh a volte dormire non è affatto male 🙂

      Michele

      9 gennaio 2013 at 12:27

      • Anche perchè poi il giorno dopo si è rintronati… e neppure io c’ho più il fisico! 🙂

        itacchiaspillo

        9 gennaio 2013 at 12:29

        • Haahah vero. Poi ieri sera pure calcetto. E son sveglio dalle 4.30. Praticamente zombi

          Michele

          9 gennaio 2013 at 12:34


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: