Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Eroe

with 14 comments

Fammi essere il tuo eroe
balleresti se io ti chiedessi di ballare?
Correresti senza mai guardare indietro?
Piangeresti se mi vedessi piangere?
Salveresti la mia anima stanotte?

Quella del cosiddetto “eroe” è senza dubbio una delle figure più affascinanti, per quanto spesso stereotipate che si inculca nella mente fin dall’infanzia, a partire dai protagonisti delle favole, solitamente i vari principi azzurri (che in verità oltre a baciare protagoniste di eroico fanno pochetto), da quelli storici (penso ai grandi di Iliade e odissea per chi come me la ascoltava da piccolo come la più affascinante delle favole), fino ai tipici di tv o letteratura, come Zorro (capostipite del fascino della maschera e della doppia identità segreta) robin hood (e tutti i suoi simili in calzamaglia), per finire con quelli dei fumetti, i vari Batman (con i molteplici bat-qualsiasicosa) superman (l’uomo cui basta togliersi gli occhiali per diventare irriconoscibile) e infiniti altri.
Perché in fondo chi da bambino (e magari pure ora in quei lievi momenti che precedono di poco la veglia e la piena coscienza di se) non ha mai immaginato di trasformarsi in uno dei grandi eroi delle fiabe o dei fumetti e di salvare così principesse rapite, villaggi assediati da mostri o banditi,  re in difficoltà, o addirittura il mondo intero.
Indubbiamente la figura dell’eroe ha sempre infiammato la mia immaginazione, facendomi sognare e vivere avventure attraverso le più disparate forme di letteratura e di arte, e in molteplici notti insonni o sognanti sono stato orlando a Roncisvalle, Ettore trascinato sotto le mura di troia, Aragorn in lotta contro i Nazgul, Conan vittorioso dopo l’ennesima sanguinosa battaglia, Peter Pan in lotta con uncino.
E spesso penso che vivere non basti, che si dovrebbe riuscire a lasciare un segno, creando qualcosa di immortale in cui rinascere e riscoprirsi in eterno, e chissà qual’è il vostro eroe preferito, di chi avete più spesso sognato ripetere le imprese.
Perché in fondo chi non vorrebbe essere come il grande eroe di tutti i nani…
Idolo!

Advertisements

Written by Michele

26 gennaio 2013 a 10:49

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

14 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Come si farebbe senza eroi? Ne hanno bisogno tutti: i potenti della Terra, gli artisti, gli ultimi, gli uomini di idee e anche quelli che sono convinti di non averne!

    oltrelemura

    27 gennaio 2013 at 21:12

    • Già. Eppure si disse beato il mondo che non ha bisogno di eroi 🙂

      Michele

      27 gennaio 2013 at 22:14

  2. Io ci sto ancora pensando…sono un po’ confusa,
    ma una Wonder Woman non si rifiuta mai
    Baci e buona domenica
    Mistral

    ombreflessuose

    27 gennaio 2013 at 10:19

    • ahahah no no mai, anche se in un certo senso ogni donna può essere meravigliosa, per la perosna giusta 😉

      ribaci e ribuona domencia

      Michele

      27 gennaio 2013 at 10:52

  3. Io no eroe, eroina (parcondicion): Wonder woman. Più che altro per prestanza fisica, di faticare mica mi va tanto. Corri là, salta lì, ferma quello, alza un pulman…Nooo! Oh!, essere eroi è una fatica però! Meglio l’anonimato.
    Buon fine settimana.

    fulvialuna1

    26 gennaio 2013 at 17:31

  4. ….. 😦 perchè non hai scritto nulla su Topolino mio cugino???

    topinapigmy

    26 gennaio 2013 at 14:28

    • ahahahha in effetti non ci ho pensato, anche perchè onestamente topolino mi è sempre stato antipatico 😉
      sempre amato paperino io

      Michele

      26 gennaio 2013 at 15:05

  5. Io volevo diventare Gig Robot d’acciaio! 😀 😀 😀

    buonaventura

    26 gennaio 2013 at 13:24

    • Ahahahha corri ragazzo lassù. Vola tra lampi di blu! 🙂

      Michele

      26 gennaio 2013 at 13:25


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: