Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Dialoghi del Batacchio

with 19 comments

Fare sesso, succhiarne la polpa
e via la vergogna e i sensi di colpa
sdraiarsi sulla sabbia, rotolarsi nel fango
carezzarle le gambe, improvvisarsi in un tango
annusarle la pelle, scoprirne l’odore
passare dal sesso a fare l’amore…

Mio carissimo e amato pubblico lettore del blog, oggi vi presento la prima parte di un mio vecchio esperimento, liberamente ispirato ai famosi “monologhi della vagina”, i miei “dialoghi del Batacchio”
E già è stata dura decidere per il nome: pene pareva troppo medico-schizzinoso, cazzo troppo volgare, e poi avrebbe già sottinteso un bel giudizio negativo sul contenuto dei suddetti, avevo anche pensato al benignico sventrapapere, ma sa troppo di maschilista, pisello avrebbe sottinteso troppo una minuscola dimensione del suddetto (e magari poteva offendersi) e ogni riferimento ai volatili è escluso di partenza per via della mia ornitofobia… Quindi la scelta cadde su batacchio.
E visto che proprio ieri sono stato per l’orine del prossimo autunno nello showroom di jimmy choo dove c’era una modella di una bellezza assolutamente incredibile, direi che la situazione è assolutamente attuale.

Dialoghi del Batacchio

Ovvero: piccoli screzi tra un uomo e il suo migliore amico, nonché compagno inseparabile di piacere.

– ma! Mannaggia! Ti pare il caso? Mi fai fare delle figure tremende davvero

– io? Ma mica è colpa mia se nel profondo sei un maiale

– vergogna! Ho anche messo i pantaloni chiari leggeri oggi, ma che cosa può pensare di noi?

– di te non so, ma di me, vista la reazione, sarà molto lusingata, come tutte

– si proprio, penserà che sono il solito maschio arrapato che appena si trova davanti una modella in minigonna va fuori di testa

– beh? Mica sono io che le guardavo così le gambe… E pure tutto il resto, li conosco i tuoi pensieri sai, sono ben quelli il mio reagente principale, e poi io sono solo effetto, mica causa, non mi ritengo responsabile

– bel cavolo di effetto, è una vita che mi fai fare figure, eppure un certo controllo centrale sulle periferiche dovrei averlo

– periferica? Uè! Periferica a chi? Guarda che se poi entro in sciopero sono tutti cazzi tuoi eh? E nel senso proprio della parola!

– see sciopero, sono più di 40 anni che mi dai il tormento per lavorare di più

– esatto, e quindi non distrarti troppo, non vedi che sandali incredibili sta provando ora?

– li vedo sì… Meno male che ora c’è la moda delle camicie fuori dai pantaloni, o eravamo fregati… Però guarda che occhi, secondo me se n’è accorta

– se ne accorgono sempre, è che tu non ci fai caso ma io sì, e poi uno sguardo quaggiù lo lanciano sempre… Piuttosto, non fare il solito e provaci, chiedile il telefono o invitala ad uscire dai!

– ma figurati, ci manca solo che ci provi qui mentre sta lavorando… E poi non saprei nemmeno cosa dire

– ma dai, inventati qualcosa, ci si sente soli quaggiù sai?

– ma che mi invento… Lascia perdere, evitiamo ulteriori figuracce

– essù! Che ti costa, al massimo dice di no, sarà mica il primo

– grazie, ben gentile a ricordarmelo, cos’è? Io sono la piaga e tu il coltello che ravana dentro?

– so ben io dove ravanerei ora

– vergognati!! Pure sboccato mi diventi, sempre più esagerato sei

– eddai, provaci, che ti costa? Dammi una piccola soddisfazione, io faccio il tifo

– il tifo? Ma che tifo, mica sono Buffon

– eh lo so… Tu fossi Buffon ci proverebbe lei, mannaggia li pescetti

– basta! Che sono qui per lavorare e così mi distrai troppo

– è che vorrei lavorare un po’ anch’io, suvvia, ti suggerisco io qualcosa

– sì, proprio tu… Sentiamo il genio

– intanto magari le dici com’è carina, poi scherzi un po’, e alla fine la inviti a cena, che ci vuole?

– ma mica siamo in un film? Minimo mi ci manda, e pure di brutto

– vabbe allora c’è la soluzione estrema alla jerry calà

– ah sì? E quale sarebbe?

– mi tiri fuori subito e giochiamo sul fattore sorpresa!

(continua)

Advertisements

Written by Michele

7 febbraio 2013 a 14:09

19 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Finalmente scopro che c’è qualcosa di “pensante” in un uomo! 😀

    V.

    11 febbraio 2013 at 13:37

    • ahahahahah beh io sono estremamente offeso dalla tua affermazione, ma Lui gongola e ti saluta caramente 😉

      Michele

      11 febbraio 2013 at 13:38

      • Ahahaha,sono una femminista convinta! 😉
        Ricambio il saluto!

        V.

        11 febbraio 2013 at 13:40

        • ahahahahh beh ci sta, approvo, in fondo ho sempre odiato la dispiarità di considerazione dei comprtamenti e peggio di trattamento nella vita

          (non ricambiare troppo che poi esagera e non mi lascia più tranquillo) 😉

          Michele

          11 febbraio 2013 at 13:41

          • Allora lo saluto,ma freddamente!

            V.

            11 febbraio 2013 at 13:43

            • ahahahaha ok, Lui ci tiene a dire che non concorda con me e preferiva prima ahahaha

              Michele

              11 febbraio 2013 at 13:45

  2. il fattore sorpresa eh? comunque “dialoghi del batacchio” funziona.

    elinepal

    8 febbraio 2013 at 00:44

    • Eh già. Il fattore sorpresa è molto destabilizzante. E sorprendente 😉
      Grazie. Felice funzioni. Domani proietterò il seguito 😉

      Michele

      8 febbraio 2013 at 01:05

  3. Haha, mi ha fatto divertire tantissimo! Aspetto la seconda parte 😉

    Emily

    7 febbraio 2013 at 18:27

  4. sono ripassata a rileggerti. quindi ci aspettiamo un secondo tempo dove scopriamo se ti ha dato il numero? 🙂

    itacchiaspillo

    7 febbraio 2013 at 16:14

    • Ahahahaha per il secondo tempo a breve. Per il numero mai!
      Anche perché la verità è che le modelle. Le donne bellissime non mi dicono niente. Propio niente. Non mi telefonano non. Mi scrivono. Niente di niente!

      Michele

      7 febbraio 2013 at 16:16

  5. Ciao Michele,
    post molto illuminante…;-)
    Sei davvero un gran simpaticone.

    fake bad girl

    7 febbraio 2013 at 15:35

    • Hahahahaha grazie. Io illumino più dell’enel 🙂
      Sei una simpaticona anche tu

      Michele

      7 febbraio 2013 at 15:56


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: