Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Asini che Volano

with 20 comments

Guardo gli asini che volano nel ciel
Ma le papere sulle nuvole
si divertono a fare i cigni nel ruscel
bianco come inchiostro.
Vanno i treni sopra il mare tutto blu
e le gondole bianche sbocciano nel crepuscolo sulle canne dei bambù…
du,du, du, du, duuu.
Queste strane cose vedo, ed altro ancor,

fanno tic etetic, tic etetac
sento che è guarito il cuor
dall’estasi d’amor.

Questa stupenda, adorabile canzoncina la sto canticchiando quasi ininterrottamente da ieri notte (da quando ho rivisto il film su una sconosciuta tv privata). Si tratta di un motivetto che cantava il grande Alberto Sordi mentre doppiava Oliver Hardy (in arte Ollio) nel mitico film “I diavoli volanti” del 1967, mentre Stan si esibiva in un balletto imperdibile.
Balletto che ho persino accennato un paio di volte stamane andando al lavoro, prima di rendermi conto quanto apparissi ridicolo.
Si tratta di un motivo così psichedelico da far venire effettivamente il desiderio di alzare lo sguardo e vedere gli asini che volano.
Così oggi lo dedico a tutti coloro che credono che in fondo ogni cosa sia possibile, anche la più assurda o ridicola…
perché poi basta avere visto Stanlio e Ollio cercare di salire sulla cuccetta di un treno per sapere che la vita non è affatto semplice…

 

Annunci

Written by Michele

16 febbraio 2013 a 13:59

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

20 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Intramontabili Stanlio e Ollio, e evviva l’ottimismo, di ogni epoca e ogni generazione!

    Diemme

    18 febbraio 2013 at 12:38

    • assolutamente grandissimi, una risata così ci voreebbe sempre

      Michele

      18 febbraio 2013 at 12:56

  2. Lasciami sognare, e gli asinelli sono così teneri che volerei con loro
    Non riesco ad immaginare Ollio con altra voce
    Grande, Albertone nostro
    Bacini
    Mistral

    ombreflessuose

    17 febbraio 2013 at 09:01

    • È così bello sognare. Perdersi nella fantasia senza freni.
      Già. Quella voce era speciale davvero.
      Bacini a te. Buona domenica

      Michele

      17 febbraio 2013 at 09:02

  3. Mi sono rivista il video!! Bella dedica che ci hai fatto!!

    itacchiaspillo

    16 febbraio 2013 at 16:17

    • Eh erano mitici. Per non parlare di sordi al doppiaggio.
      Felice ti sia piaciuto

      Michele

      16 febbraio 2013 at 16:29

  4. Adorabile una persona che va in ufficio accennando passi di danza….ma dove s’è visto mai!?!?
    Genius!

    tramedipensieri

    16 febbraio 2013 at 14:36

    • ahahahaha beh io in negozio, ma sai che mi capita a volte di fare qualche passo o balzello per strada? poi mi sento così idiota da nascondermi…
      una volta in montagna ho fatto un intero pratone con il passo tersilli (sai il doppio saltello di sordi del film il medico della mutua) tutti i turisti e camminatori che mi guardavano come fossi matto, ahahaha troppo divertente

      Michele

      16 febbraio 2013 at 14:43

      • No, non nascondert
        Il doppio saltello non è male, eh…
        Sei proprio specializzato non c’è che dire… ;).

        tramedipensieri

        16 febbraio 2013 at 15:11

        • ahahahha prima o poi mi ricoverano alla neuro 😉
          ah sì, sui passi da film sono un mago

          Michele

          16 febbraio 2013 at 15:12

  5. Grazie 🙂

    ialeene

    16 febbraio 2013 at 14:27

  6. Io sono una cinica scettica ,ma propensa a credere che tutto è possibile ,per cui accetto la dedica e ti ringrazio! 😀
    liù

    liù

    16 febbraio 2013 at 14:27

    • ah no no mai, io sono un solare ottimista, quindi canta e balla e via 😉
      sorrisi a raffica…

      Michele

      16 febbraio 2013 at 14:30

      • Con il tempo si cambia un pochino!

        liù

        16 febbraio 2013 at 14:32

        • dici? beh magari dopo gli 80 può essere 😉
          ma in fondo tra essere pessimisti e ottimisti la sola differenza è che prima di eventuali disgrazie o sfighe non ti sei preoccupato e hai vissuto allegramente

          Michele

          16 febbraio 2013 at 14:34

          • Ma io non sono pessimista ,solo che sono diventata un pochetto cinica ,non credo più alle favole ,però il bicchiere per me e mezzo pieno!

            liù

            16 febbraio 2013 at 14:36

            • ah beh allora ottimo, per me figurati il bicchiere è solo da finire e riempire ancora, poi beh un pizzico di cinosm oquesta vita e paese te lo schiaffano proprio addosso 😉

              Michele

              16 febbraio 2013 at 14:41


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: