Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Parole!

with 16 comments

Le parole diventano nelle tue mani
forme nuove colorate
note profonde mai ascoltate
di una musica sempre più dolce
suono di una sirena perduta e lontana

Le parole che diventano colore è un’immagine che adoro.
Qualcuno molto di recente mi ha detto: “ho conosciuto parecchie persone via web ma che usano le parole come te, nessuno!”
Per chi ama l’uso delle parole è davvero un complimento esaltante, e non solo perché amo scrivere e quindi parlare. Perché a volte, quando c’è davvero una passione che travalica, le parole prendono veramente forma reale, le “vedi” oltre che udirle.
Ne distingui il sapore e il colore, fino alle più piccole sfumature che le permeano.
Come se in verità non le avessi mai ascoltate così, con quel particolare colore, parole che seppur di uso comune, come per esempio il proprio nome, diventano totalmente nuove e i loro significati profondi cambiano totalmente amplificandosi.
E una parola può diventate davvero come il suono di una sirena, una sirena incantatrice e come cantava Battiato “la tua voce come il coro delle sirene di Ulisse mi incatena, ed è bellissimo perdersi in questo incantesimo…”
Peraltro pare che fare l’amore con una sirena sia molto gratificante…
Fa continuamente aaaaaaahhhaaaaaaahhhaaaaaaaaaah!!!

Annunci

Written by Michele

29 aprile 2013 a 10:42

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

16 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Da qualche giorno mi gira in testa questa parola: escatologico.
    Ti capita mai che le parole si impossessino di te finchè non riesci a trovar loro una giusta collocazione?
    Ecco ora sai che ho i miei problemi pure io…sorriso 🙂

    luceombra76

    30 aprile 2013 at 16:55

    • Capita capita. Poi certe parole sono sinuose. Si impossessano dei pensieri in modo quasi magico.
      Dovrai proprio produrre un post sul destino dell’uomo per toglierla dalla mente
      Eh son problemi 😉
      Doppio sorriso

      Michele

      30 aprile 2013 at 17:03

  2. Belloooooooooooooooo 🙂

    Elisabetta Lelli

    29 aprile 2013 at 17:20

  3. Poesia nella poesia allora – complimenti a chi ti ha scritto il commento e complimenti a te che lo hai così ben descritto e, in riferimento alle sirene … woww mica sapevo esistessero davvero! (Avrai capito che mi piace scherzare) – Un abbraccio anche da qui … e fanno tre (che potrei sbagliare anche con la matematica 🙂 )

    raggioluminoso

    29 aprile 2013 at 13:53

    • eh esistono esistono le sirene, in fondo ogni donna ha parole e canti per ammaliarti totalmente se vuole 😉
      (non li ho contati, quindi abbraccio pure io e facciamo quattro)

      Michele

      29 aprile 2013 at 13:56

  4. Concordo con Calipso la Liberidea,molte volte le parole,certe parole sono vuote e senza significato in bocca a talune persone.

    liù

    29 aprile 2013 at 13:22

    • già, per questo vanno soppesate, sia le parole che le persone 🙂

      Michele

      29 aprile 2013 at 13:24

  5. Non ce la faccio più a subire il peso delle parole Michè e sai eprchè? perchè poi si rivelano sempre vuote.

    Calipso la Liberidea

    29 aprile 2013 at 12:34

    • ma no, non è così, non sempre per fortuna 🙂
      coraggio

      Michele

      29 aprile 2013 at 12:42

  6. (dimenticavo, ho impiegato un po’ a scrivere il commento perchè avevo gli occhi appannati dal ridere per quella sulle sirene!)

    ludmillarte

    29 aprile 2013 at 11:35

    • hahahaha ci voleva, come sempre 😉
      adoro far appannare gli occhi dal ridere

      Michele

      29 aprile 2013 at 11:37

  7. proprio esattamente così! anche quelle nere su bianco si colorano e ci colorano (non solo per farci arrossire o sbiancare!).
    Ti auguro creativi arcobaleni di parole

    ludmillarte

    29 aprile 2013 at 11:33

  8. le parole possono riempire e svuotare…..
    e a volte chi come me ci pensa, e ripensa e tripensa e le tritura, seziona una ad una virgola per virgola…..è un bel guaio!!!
    😀

    (ora mi hai messo sta canzone in testa e chi me la leva più!!!)

    liberadidire79

    29 aprile 2013 at 10:52

    • haahah beh poteva essere una canzone peggiore, pensa se era il manamana!
      però è vero, le parole si soppesano si gustano e vivono, e a volte si soffrono

      Michele

      29 aprile 2013 at 10:53


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: