Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Fantasmi

with 44 comments

Ho perso le parole
oppure sono loro che perdono me,
io so che dovrei dire
cose che sai,
che ti dovevo, che ti dovrei.

Certo è che il lunedì a volte fa venire strani pensieri, ora stavo guardando la pagina del blog, pensando a qualcosa da scrivere oggi, e ho iniziato ad immaginare questa pagina come un luogo fisico, a cosa potrebbe assomigliare.
Mi è sovvenuta un’immagine: una strana vecchia casa in cima ad una collina, scura, con tetti aguzzi su molti livelli, irta di comignoli e piccole Garguglie come grondaie.
Insomma la classica casa da fantasmi da film, perché in fondo i blog sono proprio questo, abitazioni infestate dai fantasmi, in cui ci si muove senza incontrare mai nessuno.
Certo si percepiscono molte presenze inspiegabili e a volte sconosciute intorno, e ogni volta che si torna a visitarla si scopre che i mobili sono stati spostati e nuove porte spalancate, si trovano nuovi piccoli libri da leggere, nuove lettere sotto forma di commento.
Però non si riesce mai a sapere se si è veramente soli nel girare e scoprire la casa, o se altre immateriali presenze ci stanno accompagnando, leggendo le stesse parole, condividendo pensieri e impressioni, sapendo che ogni possibilità di incontro svanisce al solo pensiero, insieme agli invisibili amici che scivolano come noi da casa a casa come fuggevoli fantasmi, complici però del crimine splendido di condividere emozioni.
Immagino però che i vari “fantasmi” che infesteranno per un po’ questo luogo nelle prossime ore penseranno che sia impazzito del tutto, e forse consiglieranno uno psichiatra, di quelli bravi, ma in verità non credo che l’analisi mi possa aiutare.
Temo mi ci vorrebbe una lobotomia…
Non siam mica qui a mettere le catene ai fantasmi perché c’è la neve…

Advertisements

Written by Michele

13 maggio 2013 a 10:57

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

44 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Presenze…..chissà….magari è qualcuno che conosci che abita con te e nemmeno lo sai 🙂

    amleta

    14 maggio 2013 at 16:51

  2. bonjour Mic! ho messo privato il mio blog ma passerò sempre da te.
    grazie e bacione
    Nicolè

    alexandremarie9

    14 maggio 2013 at 12:23

    • Ah ok. Allora ti aspetto sempre.
      Bacione a te

      Michele

      14 maggio 2013 at 12:25

      • si…ore6.30 colazione per me hammmm
        ciauuuu
        grazie sempre eh?
        ti leggo va bee?
        bacio

        alexandremarie9

        14 maggio 2013 at 12:33

        • Ahhaha buona colazione
          Va benissimo. Leggi leggi 😉
          Bacione

          Michele

          14 maggio 2013 at 12:37

  3. “… in fondo i blog sono proprio questo, abitazioni infestate dai fantasmi, in cui ci si muove senza incontrare mai nessuno.” Qui c’è il tocco dello scrittore, molto bella questa immagine. Ma i fantasmi, nei blog, si incontrano nelle sfere virtuali, quei mondi creati per i fantasmi moderni.

    fulvialuna1

    13 maggio 2013 at 19:18

  4. Pur conciato da buttar via come sono attualmente al termine del mio avventuroso viaggio in Turchia (cioè molto simile a un fantasma), una capatina nel tuo spazio non poteva mancare. 😀
    Nicola

    Nicola Losito

    13 maggio 2013 at 16:58

  5. come forse avrai visto anche a me il lunedì fa venire strani pensieri e purtroppo non solo il lunedì (!). hai scritto considerazioni più che comprensibili e che forse, prima o poi, vengono a tutti i blogger (me compresa). bisogna prendere secondo me il ‘buono’ (già riportato in altri commenti) e pensare a dover magari mettere le catene (alle ruote eh!) perchè il giorno prima che s’è deciso d’incontrarsi tutti quanti è venuta giù una bella mega-nevicata! 🙂

    ludmillarte

    13 maggio 2013 at 16:22

    • Ahhaha già. Beh una bella megacena blogger sarebbe senza dubbio molto molto divertente.

      Michele

      13 maggio 2013 at 16:25

  6. Mi piace molto questo post, soprattutto quando dici “in fondo i blog sono proprio questo, abitazioni infestate dai fantasmi,”.. Sarà che ultimamente mi sento un fantasma in primis con me stessa, ma credo che se non mi sentissi così ti contesterei il parallelismo.
    Forse, quindi, è che ultimamente anche tu ti senti un pò un fantasma..
    Ma ad ogni modo questo post mi è piaciuto perchè fa riflettere su quanto sia importante incontrare veramente gli altri, e non sto dicendo al di fuori del virtuale, ma mi riferisco a ciò che accade nella realtà, nella vita solo superficialmente vissuta, vissuta un pò ai margini, senza entrare nelle situazioni insomma.
    Il post mi è piaciuto insomma, hai saputo raccontare qualcosa in maniera particolare, non scontata! 🙂

    (al_nick_ci_penserò!)

    13 maggio 2013 at 14:14

    • grazie, beh sai ogni tanto capita di fantasmizzarsi da soli, e sì, avere contatti con le persone è importante, anche se certo non sento meno vero chi mi lascia un pensiero o un commento qui rispetto a chi mi saluta per strada o con cui condivido un caffè.
      buon pomeriggio e non scricchiolare troppo le catene 😉

      Michele

      13 maggio 2013 at 15:02

      • Grazie caro! 🙂
        (ecco, mi tiri fuori l’unica frase del tuo post che non ho colto e… me ne vergogno!)

        (al_nick_ci_penserò!)

        13 maggio 2013 at 15:08

        • Haahaha ma dai. Capita che sfugga qualcosa.
          Grazie a te per la compagnia 😉

          Michele

          13 maggio 2013 at 15:11

          • ma l’ho letta quella frase, ma non l’ho capita 😐

            (al_nick_ci_penserò!)

            13 maggio 2013 at 15:13

  7. non penso affatto che sei impazzito, anche perchè lo sarei anch’io…visto che l’invisibilità che ammanta questi luoghi a volte è davvero strana…lascia un senso di incompletezza, ma…immagino sia il conto da pagare di questo tavolo virtuale, tuttavia ci da la possibilità di immaginare, volti, espressioni, toni di voce…nà faticaccia insomma per la nostra povera mente…vabbè… 😯 🙂

    Buon lunedì! 😉

    lella

    13 maggio 2013 at 13:22

    • Già. Un immenso stuzzicare per la fantasia.
      E sicuro un gran bel tavolo su cui gironzolare

      Michele

      13 maggio 2013 at 13:23

  8. Miccccc sveglia, solo quasi le ore 7 di lunedì 13 maggio 13
    (si va bè da me…..)
    ahhhaaaa
    ciauuuuuu
    N.

    alexandremarie9

    13 maggio 2013 at 12:57

    • Hahaha io son sveglissimo. Ho appena pranzato 😉
      Buongiorno bella fanciulla

      Michele

      13 maggio 2013 at 12:59

  9. non ti serve uno psicologo, il blog è già una terapia, uno scrive qui i suoi fantasmi e un po’ si libera!

    itacchiaspillo

    13 maggio 2013 at 11:42

    • già, verissimo, bisogna solo stare attenti alle catenate 😉

      Michele

      13 maggio 2013 at 11:43

  10. Mah…..e io che devo dire del mio piccolo ripostiglio?….

    😉

    tramedipensieri

    13 maggio 2013 at 11:38

    • ahahah beh quello che ci vedi tu 😉
      (gran bel ripostiglio comunque)

      Michele

      13 maggio 2013 at 11:39

  11. ^__^ ho sempre parlo della “casa delle anime”.
    Quindi ti capisco.
    Io sono quella che non c’entra mail il muro !!
    Ho sempre però voluto credere che ognuno di noi dietro a quella tastiera sia nudo e fragile. Autentico.
    Era la fragilità e l’autenticità ad avermi affascinato e sostenuto dal lontano 2004 (in cui aprii il blog). Oggi aimeh molti rinvengano personaggi e blogger. C’è pure chi riesce a guadagnare da questi luoghi chiamati un tempo “diari”.
    Anima selettiva sulle strade di Milano come qui. In te vedo un fantasma piuttosto onesto.

    pepe

    13 maggio 2013 at 11:25

    • Mi correggi errore madornale da iPhone?! Ti prego!!

      pepe

      13 maggio 2013 at 11:26

      • ahhaah posso provare, ma mica so come si fa 🙂

        Michele

        13 maggio 2013 at 11:29

        • Dalle impostazioni di WP , commenti modifica. ^___^

          pepe

          13 maggio 2013 at 11:30

          • eheh sìsì ce l’ho fatta, ne ho imparata una nuova 🙂

            Michele

            13 maggio 2013 at 11:31

            • Ora puoi censurarci! Ahhaha

              pepe

              13 maggio 2013 at 11:51

              • ahahaha giammai censurerei, da buon scribacchino apprezzo anche le critiche (soprattutto ai racconti)
                al massimo poi picchio i critici 😉

                Michele

                13 maggio 2013 at 11:53

    • eh già, concordo, in fondo spesso si è più se stessi, veri nudi e crudi dietro la lieve maschera del blog che fuori.
      grazie, felice di rientrare nella tua anima selettiva 🙂

      Michele

      13 maggio 2013 at 11:27

  12. Ma non lo avevo già letto e commentato quest post ???

    Calipso la Liberidea

    13 maggio 2013 at 11:25

    • ussignur no, non penso proprio 🙂
      dejavu?

      Michele

      13 maggio 2013 at 11:26

      • Mi ricordo che ne aevamo discusso! Ti giuro! E che ti dicevo che che quelli che tu chiami fantasmi io li chiamo demoni! Cioè sto diventando una cazzo di sibilla!

        Calipso la Liberidea

        13 maggio 2013 at 11:28

        • azz, allora proviamo con i numeri del superenalotto
          (ma sì avevo parlato di qualcosa del genere tempo fa mi pare)

          Michele

          13 maggio 2013 at 11:29

  13. Io in un ambiente del genere ci sto benissimo, un Corvo accorvaiato sulla garguglia è perfetto no?

    corvobianco213

    13 maggio 2013 at 11:22


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: