Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Spugna

with 22 comments

Scende l’acqua, scroscia l’acqua
calda, fredda, calda
Giusta!
Shampoo rosso e giallo, quale marca mi va meglio?
Questa!
Schiuma soffice, morbida, bianca, lieve lieve
sembra panna, sembra neve…

Stamane, mentre facevo la doccia, (tranquilli questo non è un post erotico) mi sono ritrovato ad osservare la mia bella, soffice grande spugna naturale. È curioso come sia in grado di trattenere così grandi quantità di acqua e schiuma, osservarla può diventare quasi ipnotico.
Mi ha fatto riflettere su quanto anche noi in fondo siamo delle spugne.
Ogni volta che entriamo in contatto, in qualsiasi modo sia, con un’altra persona, questa ci lascia sempre qualcosa, qualcosa che assorbiamo dentro di noi.
Che sia solo una traccia, un ricordo o anche una semplice parola, gesto o espressione del viso.
Capita persino che quella persona non sia nemmeno reale, può essere un personaggio di un film, il protagonista di un romanzo, l’autore o soggetto di una canzone ascoltata in un momento importante della vita.
E più passa il tempo, più comprendo e osservo me stesso in profondità, con saggezza e ironia insieme, e più mi rendo conto che parte della mia originalità, di quel quid che rende ogni persona davvero differente da tutte le altre è dato proprio da questo insieme unico di schegge altrui che mi porto dentro.
Piccoli frammenti che spesso restano nascosti, invisibili anche per anni per poi ritornare a punzecchiare, rifarsi vivi quando magari meno te l’aspetti, a ricordarti parti importanti e magari solo un po’ obliate della tua vita.
Una vita che scorre su un filo, una fune sempre in bilico tra l’essere ed il voler essere.
Tendendo così all’infinito.
Anche se a furia di tendere all’infinito ho paura di essere diventato un elastico.
O meglio ancora una delle due famose rette parallele…
Quelle che si incontrano all’infinito, quando probabilmente non gliene frega più un cazzo di incontrarsi…

 

Annunci

Written by Michele

17 maggio 2013 a 14:03

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

22 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Almeno abbiamo dato un volto. Crespella crespella…mmm mai mangiata. La piadina salata si. Nonè uguale …mmm mi inviti a cena?

    pepe

    20 maggio 2013 at 19:12

    • Hahaha la crespella è molto più sottile della piadina. Praticamente una crepe salata.
      Ti invito con molto piacere 🙂

      Michele

      20 maggio 2013 at 19:16

      • Oddio!! Il commento era per un altro blog!! L’app ha fatto casino!! Non ha sentito che non ci azzeccava un cavolo!! Oppure hai pensato “tanto questa è lazza!!” Oddio!!

        pepe

        20 maggio 2013 at 19:17

        • Ahah lo immaginavo 🙂
          Ma adoro il caos in azione ahhaha

          Michele

          20 maggio 2013 at 19:19

          • Almeno non pensi che io sia matta! O fungi spudoratamente!!

            pepe

            20 maggio 2013 at 19:20

            • Ma no. Giammai. O meglio io penso li siamo tutti. E che chi non voglia vedere un matto debba chiudersi un casa e rompere ogni specchio 😉

              Michele

              20 maggio 2013 at 19:22

          • Fungi!! Fingi!! Toglietemi l’iPhone!!

            pepe

            20 maggio 2013 at 19:20

            • Ahha io non rinuncerei mai al mio iPhone. Errori compresi

              Michele

              20 maggio 2013 at 19:22

              • Mmm io però sto lavorando per un regalo : ipad 2 mini. Esce a settembre Il mio compleanno è a settembre…
                Il Giammy non coglie però. Poi ti vedo un ipad 2 praticamente nuovo a 300€ ahahah

                pepe

                20 maggio 2013 at 19:24

  2. Siamo spugne dal giorno che nasciamo, ma a differenza delle spugne che usiamo per lavarci e che tanta acqua prendono e strizzandole se ne va, noi ci teniamo tutto, nascosto o no e poi lo facciamo uscire al momento giusto.

    fulvialuna1

    18 maggio 2013 at 13:18

  3. Hai proprio ragione, caro Michele, sul fatto che siamo come spugne intendo dire…….pensa che io ho un collega che ogni qualvolta entra in contatto con una bottiglia, questa gli lascia sempre qualcosa, spesso tutto…..e lui assorbe….cazzo se assorbe!!!!
    Salutoni.

    nadiaflavio

    17 maggio 2013 at 20:45

  4. Assorbe anche la ciccia? ‘cazzo di spugna hai tu?

    Calipso la Liberidea

    17 maggio 2013 at 19:23

  5. ..no. basta eh….assorbire tutto! ….aiutoooooo

    tramedipensieri

    17 maggio 2013 at 15:11

  6. è proprio vero, assorbiamo tutto senza magari farci caso lì per lì, ma poi tutto torna nei momenti più inaspettati (e anche se solo una piccola scheggia, illumina qualcosa). ciao Michele, buon pomeriggio

    ludmillarte

    17 maggio 2013 at 14:56


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: