Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Horror

with 38 comments

‘cause this is thriller, thriller night
And no one’s gonna save you from the beast about to strike
You know it’s thriller, thriller night
You’re fighting for your life inside a killer, thriller tonight

Ieri nel gruppo Facebook dei microracconti mi sono cimentato con un micro horror. Questo:

 

Dal Buio

Arriva, lo sento. Lo vedo con la coda dell’occhio, mi segue dalle ombre. L’innominabile, orrido abitatore del buio.
Viene per me, ora. Non dovevamo chiamarlo, giocando con quel libro ammuffito:
De Vermis Mysteriis.

Anche a occhi chiusi vedo ancora tutto il sangue, gli sguardi d’orrore, le lame affondare, ancora e ancora, ma non sono state le mie mani. Lui, l’orrore oscuro, le ha spinte, controllate.
Non mi credono. Pazzi! Mi hanno rinchiuso qui, con la camicia di forza. Non sanno gli orrori che li attendono. Io sì. S
ento le sue risate, le grida nel cervello. Ma so cosa fare, fuggirò lontano dove non potrà più prendermi.
– L’assassino della 9, 3° piano è deceduto nella notte, secondo il coroner soffocandosi con la sua stessa lingua.
Pare non sia in correlazione con l’omicidio feroce dei due sorveglianti e la fuga dell’infermiera Jones.

Ma di cosa voglio veramente parlare? di Horror!
Io in verità non ho mai amato particolarmente i film horror (a meno che non siano sostenuti da un’appartenenza mista di genere, con l’ausilio di thriller o fantascienza, stile Seven o Alien per esempio), non sono mai stato nemmeno un grande fans di Dario Argento, anche se alcuni dei suoi primi film in effetti non erano male, aborro totalmente poi gli innumerevoli horror nipponici.
Sono decisamente tutti uguali, c’è quasi sempre un fantasma, possibilmente una giovane ragazza con i capelli lunghissimi stile medusa, faccia bianca che dovrebbe far morire di paura (o chissà che) un sacco di gente senza apparente motivo, e con il solito finale che oltre e non chiarire nulla prepara al seguito, perché nulla risolve.
Invece ho spesso letto e amato romanzi e racconti del genere, penso per esempio ai meravigliosi scritti di Lovecraft o Poe, ma anche a più recenti gialli-horror come quelli di Faletti o Bilico di Paola Barbato. Infatti mi sono più volte cimentato anch’io in racconti horror-erotici, che naturalmente trovate  nell’elenco dei miei scritti qui a destra (penso a “Sete perversa”, o “la Tigre” o “Walking Dead”).
Naturalmente non avrò mai la pretesa di giungere a certe vette di orrore come i cari vecchissimi film di Hitchcock.
Quelli sì che da ragazzo mi terrorizzavano, altro che i recenti horror tutti effetti speciali vomitevoli.
Penso per esempio a Psyco, con quella mitica scena nella doccia!
Ero praticamente un bambino quando l’ho vista per la prima volta…
E ancora oggi mi viene un grande brivido di paura quando devo accoltellare una donna nella doccia…

Annunci

Written by Michele

15 luglio 2013 a 10:18

Pubblicato su pensieri, racconti

Tagged with , , , ,

38 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ehi, l’horror non mi piace…..

    fulvialuna1

    17 luglio 2013 at 16:31

  2. Il Tuo racconto è semplicemente micraviglioso B) .

    Quotoquotoquoto.
    I film horror di oggi sono… bah!

    Ricordo che avevo gloriose aspettative su “The Ring”: la lettura del romanzo era stata gaudente.
    Ma ne’ la versione nipponica (Ringu), ne’ quella ammeregana sono state all’altezza: anzi quest’ultima mi ha fatto solo sorridere.
    Mentre in “The Others” sognavo di pestare quell’insopportabile bimbetta.
    E poi “The Village”: viene sempre presentato come horror, mentre io lo trovo di una dolcezza struggente.

    Sarà che vengo da un altro Pianeta.
    Dove basta poco.
    It’s just a jump to the left…

    Balente

    15 luglio 2013 at 17:47

    • Grazie. Felice ti sia piaciuto 🙂
      The ring l’ho trovato tremendo. Da commento fantozzian-potemkin
      The village ha poco dell’horror ma e molto bello.

      Mi piace il tuo pianeta!

      Michele

      15 luglio 2013 at 18:30

  3. Avevo una nonna molto alternativa che mi ha tirato su a torta alla ricotta, lavori a maglia e film horror. Adorabile lei…guarda un po’ che strano il mio preferito in assoluto è l’Esorcista 😉

    luceombra76

    15 luglio 2013 at 11:46

  4. ..ma la smettiamo o no…?
    che mi fai paura…
    e ora…quando mi farò la doccia mi verranno le fisime 😦

    sei terribile, eh.. 😉

    buona giornata
    .marta

    tramedipensieri

    15 luglio 2013 at 11:12

    • haahahah attenta al profilo della lama dietro il vetro smerigliato della doccia 😉
      buona giornata a te marta

      Michele

      15 luglio 2013 at 11:14

  5. Chiama SamantHacolacca, magari con la ESSEROSSI tacco quasi 13 ti puo’ dare una mano 😉

    Daniela Pungitore

    15 luglio 2013 at 11:08

    • hahahaha dici? nuovo modello di ghostbuster 🙂

      Michele

      15 luglio 2013 at 11:09

      • Dico che tra Baudelaire, Benni e Moccia, il tacco quasi 13 di SamantHacolacca potrebbe essere un gran bell’aspirapolvere mentale a chi continua a girotondarsi i neuroni 😉

        Daniela Pungitore

        15 luglio 2013 at 11:17

        • ahahah pensa che i miei spesso caprioleggiano pure, e adorano viaggiare contromano!

          Michele

          15 luglio 2013 at 11:20

  6. io amo i film horror ma non del genere splatter. Hai presente “Sesto senso” o “The Others” ? ecco questo genere, ma si possono definire horror? O Stephen King…belli 🙂

    17lastella

    15 luglio 2013 at 10:43

  7. Ahahah, il brivido nell’accoltellare è fantastico! 😀
    Comunque concordo…solo che io non riesco a vedere nemmeno i thriller a sfondo psicologico…quelli di alta suspence in cui DEVO coprirmi gli occhi per tutta la durata.
    Però amo Hitchcock (mi copro gli occhi spesso, ma quello che ascolto mi è sempre piaciuto), amo alla follia Poe (ecco…con gli scritti ho meno problemi)…di Stephen King infine ammiro le atmosfere che è capace di far immaginare…
    Ciao!

    stephymafy

    15 luglio 2013 at 10:25

    • haha già.
      no, gli occhi non l emi copro mai al cinema (a meno che ci siano galline o volatili sullo schermo)
      Poe lo adoro, anche come poeta, King mi piace meno, lo ammetto
      ciao ciao a te, buon lunedì

      Michele

      15 luglio 2013 at 10:28

      • SOPRATTUTTO come poeta..

        stephymafy

        15 luglio 2013 at 10:32

        • già, ma anche i racconti sono splendidi 😉

          Michele

          15 luglio 2013 at 10:39

          • Si…ma in poesia diventa ancora più intenso a mio avviso..

            stephymafy

            15 luglio 2013 at 10:44

            • sì, questo è vero, alcune delle sue sono tra le mie poesie preferite in assoluto

              Michele

              15 luglio 2013 at 10:47

              • Anche tra le mie…anche se, tolte le atmosfere Poeiane come “poeta non convenzionale” amo soprattutto Benni 🙂

                stephymafy

                15 luglio 2013 at 10:49

                • come poeti io apprezzo molto Whitman, Baudelaire, Shakespeare, Neruda…

                  Michele

                  15 luglio 2013 at 10:51

                  • Si…ovvio…li amo anche io.
                    Ma mi piace moltissimo la trasformazione di Benni in veste poetica…lo adoro come scrittore, ma come poeta è capace di unire la sua originalità alle emozioni, dando vita a dei piccoli capolavori…

                    stephymafy

                    15 luglio 2013 at 10:53

                    • eh confesso che come poeta mi manca, proverò a leggere qualcosa 🙂

                      Michele

                      15 luglio 2013 at 10:56

                    • ASSOLUTAMENTE….DEVI!

                      stephymafy

                      15 luglio 2013 at 10:58

                    • Ah un invito così. Posso rispondere solo come Garibaldi.
                      OBBEDISCO! 🙂

                      Michele

                      15 luglio 2013 at 11:02

                    • 😀

                      stephymafy

                      15 luglio 2013 at 11:04

                    • 😉
                      (dovresti mandarmi via mail le tue preferite, così curioso)

                      Michele

                      15 luglio 2013 at 11:05

                    • Ok…lo farò…intanto te ne copio una che mi piace molto…
                      Credo che dal mio Blog si intuisca l amia passione per i giochi di parole e la surrealtà…ecco perché mi piace Benni…mi piace Rodari..ecc…

                      DUBBI

                      Cosa dici cosa dico

                      cosa dicono di noi

                      cosa pensi cosa penso

                      cosa penso di te

                      cosa dici di me

                      cosa dicono quelli

                      che tornano dal mare

                      dentro le auto in fila

                      cosa cazzo voglio

                      cosa cazzo vuoi

                      cosa vogliono da noi

                      cosa credono di fare

                      quelli che non credono

                      Cosa vuoi sapere

                      cosa vuoi che ti dica

                      cosa è una casa vuota

                      dove più nessuno dice

                      cosa più non va

                      dove sei dove sei

                      cosa dico oh dio

                      cosa hai fatto oh dio

                      cosa mai farò

                      cosa ti è successo

                      cosa è cambiato

                      cosa sarà stato

                      forse il troppo mangiare

                      nel tornar dal mare

                      cosa avrà pensato

                      quando si è schiantato

                      cosa farà adesso

                      cosa ci sarà dopo

                      dopo cosa poi

                      cosa dici cosa dico

                      cosa vuoi sapere

                      cosa dovrei fare

                      cosa c’è stasera

                      che ieri non c’era?

                      stephymafy

                      15 luglio 2013 at 11:11

                    • bella 🙂
                      anche a me piacciono giochi di parole e pensieri surreali, l’ho sfruttati spesso negli scritti e nei microracconti

                      Michele

                      15 luglio 2013 at 11:13

                    • Bene 🙂

                      stephymafy

                      15 luglio 2013 at 11:15

                    • 🙂

                      Michele

                      15 luglio 2013 at 11:16


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: