Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

di Lupi e Cappuccetti

with 9 comments

Amore mio non devi stare in pena,
questa vita è una catena,
qualche volta fa un po’ male,
guarda come son tranquilla io
anche se attraverso il bosco
con l’aiuto del buon Dio,
stando sempre attenta al lupo 


Direttamente dall’ultimo tema dei microracconti sul mio gruppo Scripta Volant su facebook, vi allieterò con un paio di raccontini sulla famosa bimba rossocappucciata. (buon weekend)

Cacciatore
Una limpida luna piena rischiarava il bosco creando ombre argentee sulle cortezze più ampie.
La bestia si muoveva guardinga, silenziosa e furtiva nonostante la sua grande mole. Giunse infine alla sua meta, una piccola, solitaria casa di legno ai margini estremi del villaggio.
Il mannaro, divelse senza apparente sforzo il telaio di noce e, sbavante e feroce, penetrò dalla finestra.
Corse rapido ai piedi del letto, dove, preda di una fame feroce, istintiva e animale, artigliò l’anziana signora straziandone le carni e cibandosi di lei.
Terminato il pasto udì il lieve cigolio della porta d’ingresso della casupola che si apriva. Si getto sulle spalle la lunga vestaglia e si mise in testa una ampia cuffia, contando sull’oscurità per ingannare l’intruso.
Vide entrare una ragazzina, piccola e magra, coperta da una purpurea mantella con cappuccio, con in mano un grosso cesto.
Balzò ululante in avanti, artigli sguainati e zanne spalancate, ma l’intrusa estrasse pronta dal cestino un fucile a canne mozze e fece fuoco, due volte, con pallettoni d’argento.
Il muso del mannaro sparì in un esplosione di sangue carni e pelo.
Cappuccio Rosso, la giovane cacciatrice di licantropi incise una settima tacca sul calcio d’ebano del suo fucile.

Mamme
Allora tesoro, hai messo le scarpe pesanti? Che ieri ha piovuto e il terreno è fradicio. “Sì mamma naturalmente” Hai messo nel cestino il pane, il prosciutto e il formaggio per la nonna?
“Certo mamma, c’è tutto dentro”
Hai preso la tua mantellina rossa nuova? Che ti sta così bene?
“Sì mamma, ce l’ho, e ora scusa ma devo proprio andare o arriverò tardi”
Va bene tesoro, e mi raccomando, in bocca al lupo!
La fanciulla rispose alla mamma solo con un curioso gesto, che lei non comprese appieno, sollevando il dito medio della mano destra…

 

Advertisements

Written by Michele

30 novembre 2013 a 13:52

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ma che mamma idiota ! 😉 😯 😕
    Cappuccetto ha fatto benissimo a rispondere a quel modo! 😉 😆 :mrgreen:
    Buona domenica 😀
    liù

    liù

    1 dicembre 2013 at 14:14

  2. Ma che mamma scema! 😉 😕 😯
    Ha fatto bene Cappuccetto a rispondere in quel modo! 😆 :mrgreen:

    liù

    1 dicembre 2013 at 14:11

  3. Ma mamma e’ una stronza a dire in bocca al lupo … Hahhah grande!

    Rossa instabile

    1 dicembre 2013 at 11:12

  4. Troppo grande! Ma la mamma portava sfiga? Misà di si! Buon fine settimana.

    fulvialuna1

    30 novembre 2013 at 16:48

  5. e beh…..ci stava il gestaccio! 😉

    Silvia

    30 novembre 2013 at 14:39


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: