Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

La calda notte dell’ispettore Tibbs

with 32 comments

La calda notte dell’ispettore Tibbs

Ero disteso sul suo eburneo corpo nudo, appena entrato in lei, quando un forsennato bussare alla porta mi interruppe.
La voce di O’Grady oltrepasso il legno.
– Ispettore, è urgente, un omicidio al Blue Parrot.
Con disappunto mi rivestii e, affrontando la torrida e umida notte di Miami.
Giunsi in poco tempo al locale, un tempo luogo molto fashion, ora decisamente decaduto. Dall’ingresso seguii la scia di agenti fino ai bagni.
Vedere babbo natale morto, con la testa dentro un wc zozzo, il 15 agosto, era davvero inaspettato.
Un colpo in testa e possibile annegamento nella tazza, disse il coroner.
Lo sollevarono, e gli scostai la barba.
– Si chiamava Smith – disse il sergente. – Tutti i presenti sono stati fermati, attendono nel salone.
Entrai, per restare stupefatto di nuovo.
La sala rigurgitava di babbi natale, inframmezzati da poche elfette verdi, seminude. Evidentemente le cameriere.
Il caos era grande, mentre diversi agenti cercavano di interrogare la folla.
Seguito dal sergente McCane mi avvicinai al bancone del bar. Il barista si avvicinò.
– desidera qualcosa da bere? Chiese.
Lo guardai intensamente, poi con un cenno al sergente dissi ad alta voce:
– è stato lui. Prendetelo!
L’uomo scavalcò il bancone con un balzo tuffandosi, nella calca, verso le uscite di sicurezza.
Presi una bottiglia di vecchio Jack e. memore del mio passato da quarterback, la lanciai, colpendolo alla nuca e abbattendolo.
Fu raggiunto e ammanettato, mentre il whiskey gli inzuppava la giacca nera.
– Pensi lei alle scartoffie sergente – dissi avviandomi verso l’uscita.
McCane con lo sguardo stupefatto riuscì solo a dire:
– Ma… come ha fatto Tibbs?
Girai appena lo sguardo, roteando il mio immancabile stuzzicadenti tra le labbra.
– Istinto sergente – Risposi, giocherellando in tasca con il gemello trovato incastrato nella barba del morto.
In fondo il barista era il solo a indossare lo smoking nel locale.
Uscii nella notte, sperando che quella ragazza fosse ancora nuda nel mio letto, se solo mi fossi ricordato come cazzo aveva detto di chiamarsi…

 

Annunci

Written by Michele

7 gennaio 2014 a 14:39

Pubblicato su racconti

Tagged with , , , , ,

32 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. ciao Miche…. lavora tanto e scrivi pure! Io aspetto un nuovo post eh?
    ciau

    alexandremarie10

    9 gennaio 2014 at 14:15

  2. ahaaaahhhhh si chiamava Pierre!!!! ahhhahhh

    alexandremarie10

    8 gennaio 2014 at 10:41

    • Hahahah boh. Al nome non avevo pensato 😉

      Michele

      8 gennaio 2014 at 11:07

      • Pierre è il nome di un uomo francese ahhhaahahaaa

        alexandremarie10

        8 gennaio 2014 at 11:10

        • Ahhaha fin li ci arrivavo 🙂

          Michele

          8 gennaio 2014 at 11:52

          • e mica una donna con questo freddo aspetta i tuoi comodi!

            alexandremarie10

            8 gennaio 2014 at 12:00

            • hahaha dici? eh chissà… magari lui meritava l’attesa 😉

              Michele

              8 gennaio 2014 at 13:13

              • e anche lei va! ahhhaaaa tu chiama tutte cherie eh? vedrai che qualcuna risponde!

                alexandremarie10

                8 gennaio 2014 at 13:44

                • hahaha dici? posso provarci 🙂

                  Michele

                  8 gennaio 2014 at 13:45

                  • ma, ti dirò.. se capiscono il francese, magari anche qualche Pierre arriva, dici di no? Bon dieu Miche! Mi fai morire! ahhhaaa

                    alexandremarie10

                    8 gennaio 2014 at 13:48

                    • eh beh finchè non arriva l’ispettor clouseau sono a posto
                      haha morire? e pensa che di persona uccido molto meglio 😉

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 13:49

                    • cioè???

                      alexandremarie10

                      8 gennaio 2014 at 13:50

                    • (era solo una battuta) 😉

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 13:52

                    • ok, mi hai fatto ridere anche oggi sa? sono così delusa in amicizia, ma così delusa che nonhttps://widgets.wp.com/notes/?v=20140103# si può dire ecco

                      alexandremarie10

                      8 gennaio 2014 at 13:53

                    • eh coraggio, le delusioni fanno parte della vita, ma qualche risata la mette sempre di nuovo sul binario giusto

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 13:55

                    • e io l’ho sempre detto, devo sposarti va! ahhhaaa

                      alexandremarie10

                      8 gennaio 2014 at 13:56

                    • ahahahha ho già dato, al massimo ti adotto 😉

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 13:57

                    • sei tanto vecchio? va be fa lo stesso, con me riderai ahahhahhh

                      alexandremarie10

                      8 gennaio 2014 at 14:00

                    • haahah vabbè vecchio… dentro un fanciullo 😉
                      ridere sempre, a quello non rinuncerei mai

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 14:01

                    • lo vedo eh? sei più fanciullo di me… si si fa per dire ti ho risposto da me, e guarda un pò i commenti… e guarda.

                      alexandremarie10

                      8 gennaio 2014 at 14:03

                    • ahahha vero vero 😉

                      Michele

                      8 gennaio 2014 at 14:04

  3. Ehi, era da un po’ che non pubblicavi racconti! 🙂

    Scribacchina

    7 gennaio 2014 at 19:39

  4. Ora ti dai anche al thriller? Troppo forte…Ma poi la trovata la ragazza? Se noche notte “calda” è? 🙂

    fulvialuna1

    7 gennaio 2014 at 16:40

  5. Mica male! Certo che devi essere un tipo romantico tu..

    lilasmile

    7 gennaio 2014 at 16:03

    • Hahaha ho anche scritto cose romanticissime (poche) ma nel racconto più pulp mi diverto di più

      Michele

      7 gennaio 2014 at 16:21

  6. tranquillo… tu chiamale tutte “amore” e non sbagli mai! 😀

    itacchiaspillo

    7 gennaio 2014 at 15:31


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: