Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Isola che c’è?

with 57 comments

e ti prendono in giro
se continui a cercarla
ma non darti per vinto perché
chi ci ha già rinunciato
e ti ride alle spalle
forse ancora più pazzo… di te

A volte penso a come sarebbe bello a volte essere Peter Pan. Chiudere gli occhi, un bel pensiero felice e via, si vola all’isola che non c’è, e per giunta in compagnia di una bellissima fatina.
È una storia che mi è sempre piaciuta immensamente, e ora vorrei veramente trovarmi nei giardini di Kensington alla ricerca di un pizzico di polvere di fata per poi librarmi tra le nuvole in cerca di un isola personale. (e se proprio non trovassi l’isola che non c’è, mi accontenterei di una che c’è, tipo i caraibi).
Ma in fondo a volte bastano davvero dei pensieri felici per volare, almeno con la mente, la fantasia in fondo anche i sogni, così come la realtà, sono un insieme di impulsi elettrici, stimoli che scorrono attraverso i nervi, decodificati poi dal cervello, non così profondamente differenti gli uni dagli altri.
E come scriveva Barrie: “…e nel momento in cui dubitate di poter volare, perdete per sempre la facoltà di farlo. la ragione per cui gli uccelli volano e noi no, sta nel fatto che loro hanno una fede assoluta. ed avere fede, vuole dire avere le ali…”
Anche per questo voglio assolutamente conservare le mie ali, di qualsiasi tipo esse siano, bianche e piumate oppure nere e membranose.
Perché sia gli angeli che i demoni hanno le ali, e a volte mi pare proprio di averne due totalmente differenti, una di un tipo e una dell’altro, forse per equilibrare meglio ogni tipo di spinta e destinazione.
E poi Peter Pan è in fondo il fanciullo che è in ognuno di noi, che occorre coltivare con la gioia, la fantasia e la capacità di sorprendersi, e di commuoversi anche, persino per qualcosa che molti riterrebbero ridicolo.
Forse per questo il mio Peter Pan sarà sempre parte integrante e importante di me perché io continuerò per sempre a cercare la mia isola che non c’è.
Oltre tutto conosco persino la strada, è facile infondo, seconda stella a destra, questo è il cammino, e poi dritti fino al mattino Ed è lì che sono certo mi incontrerò con chi avrà la fantasia di accompagnarmi.
Certo, è vero che per molti certe cose sono solo sintomo di immaturità, ed è una cosa di cui sono stato accusato spesso, ricordo spesso anche da alcune ex, soprattutto una.
Però anche lei in fondo era molto immatura…
Una volta, mentre facevo il bagno, è entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette…

 

Advertisements

Written by Michele

10 gennaio 2014 a 13:47

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

57 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ti ho risposto da me
    A presto
    Nicole’

    Anonimo

    11 gennaio 2014 at 15:56

    • A presto 🙂

      Michele

      12 gennaio 2014 at 00:17

      • E il nuovo post? Non hai l’ispirazione giusta?

        Anonimo

        12 gennaio 2014 at 16:51

        • Ahaha oggi domenica relax. Non è che ne scrivo proprio uno al giorno 🙂

          Michele

          12 gennaio 2014 at 16:52

  2. Un’ala candida e una nera, per volare verso sogni dolci o verso cose più inquiete. bell’immagine. Ti rappresenta in pieno 🙂

    itacchiaspillo

    10 gennaio 2014 at 21:26

  3. Se vai sul mio blog ti rendi conto che oggi ho viaggiato (senza Peter Pan, sono io Peter, per fortuna), sono andata sull’isola…che c’è.

    fulvialuna1

    10 gennaio 2014 at 20:08

  4. Non vedo perché tutto ciò debba essere sintomo di immaturità; trovo invece che molte persona che lasciano crescere dentro sé la parte più fantasiosa, siano molto più mature di altre che invece non si dedicano tempo per fantasticare… E poi la miglior cura ai nostri ansiosi giorni, è proprio nel potersi estraniare un momento; certo, poi bisogna mettere i piedi a terra; ma dirigersi di tanto in tanto verso quella seconda stella a destra, aiuta poi ad avere uno sguardo più profondo sulle cose, una umanità che a tanti manca.

    lupus.sine.fabula

    10 gennaio 2014 at 19:35

    • Ah la mia parte fantasiosa è sempre predominante. Si evince anche dai miei racconti 😉
      E si. Sempre seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino!

      Michele

      11 gennaio 2014 at 01:33

  5. Voglio andare anch’iooooooooooo!
    Luna

    luna

    10 gennaio 2014 at 19:22

  6. Ero una bambina piccina ai tempi di quella fiaba musicale …. Bennato è stato mio compagno di viaggio, sono cresciuta scortata dalle sue parole … Ricordi “una settimana, un giorno, solamente un’ora a volte vale una vita intera …. ” …. Buona serata.

    semprecarla

    10 gennaio 2014 at 18:58

    • Eh grandi canzoni quelle. Davvero.
      Buona serata a te 🙂

      Michele

      10 gennaio 2014 at 19:20

  7. Ti Affondava Le Ochette Per Gelosia;)))) 65Luna

    65luna

    10 gennaio 2014 at 17:37

  8. le ochette? cattivona davvero!
    Modestamente anch’io oggi ho avuto la mia bella ispirazione e ho scritto un nuovo post,
    ciau

    alexandremarie10

    10 gennaio 2014 at 15:44

    • Haahaha ottima cosa 🙂
      Ciao ciao

      Michele

      10 gennaio 2014 at 15:59

      • sembra scritto per me questo post, ma non può essere per via delle ochette hhhhhaaaa

        alexandremarie10

        10 gennaio 2014 at 16:06

        • Hahahaha quelle possiamo sostituire le ochette con orsetti di gomma 😉

          Michele

          10 gennaio 2014 at 16:23

          • ahhhaaaaa mi fai morire!!!!

            alexandremarie10

            10 gennaio 2014 at 16:29

          • si ma gli orsetti suonano anche?

            alexandremarie10

            10 gennaio 2014 at 16:30

            • Se gli compri una tromba sicuro 🙂

              Michele

              10 gennaio 2014 at 16:39

              • ahhhaaaa la tromba? ho dovuto guardare in internet! epperchè la tromba e mica mi piace, preferisco il violin io!

                alexandremarie10

                10 gennaio 2014 at 16:48

                • eh anche io, ok orsetti violiisti allora 😉
                  e uno con il tamburo!

                  Michele

                  10 gennaio 2014 at 16:50

                  • e va dai, ci metto io il tamburo hhhaaaaaa

                    alexandremarie10

                    10 gennaio 2014 at 16:50

                    • hahaah ci avrei scommesso 😉

                      Michele

                      10 gennaio 2014 at 16:51

                    • ahhha epperchè? lo facevo solo per non farti spendere troppo ahhhha

                      alexandremarie10

                      10 gennaio 2014 at 16:53

                    • ahahah per la muscia ci sta sempre la spesa 🙂

                      Michele

                      10 gennaio 2014 at 16:56

                    • vogliamo mettere li una bella orchestra e una canzone francese cheri? si?ahhhhaaaaa

                      alexandremarie10

                      10 gennaio 2014 at 16:58

                    • haha ma sì, abbondiamo, ma allora anche tavolinetto e cognac abbondante 🙂

                      Michele

                      10 gennaio 2014 at 16:58

                    • e no! champagne francese per me e spumante italien per te ok?
                      devo andare ti ho scritto Miche
                      un bacio a te

                      alexandremarie10

                      10 gennaio 2014 at 16:59

                    • hahaha va benone champagne anche per me 😉
                      cristall!

                      Michele

                      10 gennaio 2014 at 17:00

                    • quando hai tempo vieni anche da me eh?
                      ciao e buon we

                      alexandremarie10

                      10 gennaio 2014 at 17:07

                    • Già fatto. Buon weekend a te

                      Michele

                      10 gennaio 2014 at 17:20

  9. Bisogna sempre rimanere un po’ bambini…..altrimenti si finisce per prendersi troppo sul serio e non si sogna più! 😉

    Silvia

    10 gennaio 2014 at 15:39

    • ah il fanciullo che è in me è vivisimo e vitale sempre 🙂

      Michele

      10 gennaio 2014 at 16:49

  10. E quando sono “affondate le ochette” mi hai strappato un grande sorriso! GRAZIE! 😀

    PIMPRA

    10 gennaio 2014 at 14:45

    • ahahah prego 🙂
      sorridere è sempre la seconda cosa migliore che si possa fare con le labbra e la bocca 😉
      grazie a te

      Michele

      10 gennaio 2014 at 14:48

  11. …spero tu abbia fatto delle bolle di disapprovazione nella vasca, e non dico come :p
    Ah, le ali…beh, certo, con tutto quello che ti mangi, caro blogger, temo ti ci vorranno degli aquiloni per sorreggerti 😉
    Buon anno!

    chiaralorenzetti

    10 gennaio 2014 at 14:21

    • Ah bolle giganti 🙂
      Eh ci vorrà la mongolfiera hahaha

      Michele

      10 gennaio 2014 at 14:23

  12. Trovo molto belli i tuoi pensieri, magari perchè un po’ Peterpanessa ci sono anche io 😉 cioè, essendo donna, dovrei essere un po’ Trilly… che Wendy è troppo angelica, invece Trilly è sclerotica come me! :))
    La fantasia, la fiaba, il sogno sono sinonimi di immaturità? Spero di riuscire a mantenermi sempre alla larga da chi la vede in questa maniera….che chi si prende troppo sul serio e si sente maturo, l’odore della saggezza non sa neppure dove sta di casa. Un sorriso a te, MichelePan 🙂

    Insolit@

    10 gennaio 2014 at 14:16

    • eh già, trilly è decisamente più divertente rispetto a wendy
      ah io non mi sentirò mai troppo maturo, mica voglio cascare dall’albero e marcire 😉
      un sorriso a te paninsolita

      Michele

      10 gennaio 2014 at 14:18

  13. Peter Pan, la mia favola preferita di sempre 🙂

    Piacevole leggerti, un abbraccio 🙂

    Roberta Viotti Eowyn

    10 gennaio 2014 at 14:15

    • una splendida storia davvero
      piacevole per me che tu l’apprezzi
      ricambio l’abbraccio 🙂

      Michele

      10 gennaio 2014 at 14:16

      • Quand’ero molto piccola sognavo spesso di volare, tanto che al risveglio ero assolutamente certa di saperlo fare
        Trascorrevo la giornata con le farfalle nello stomaco in attesa che si facesse sera
        Per fortuna non ho mai pensato di provare davvero 🙂

        Ciao, buona giornata 🙂

        Roberta Viotti Eowyn

        10 gennaio 2014 at 14:55

  14. La tua ironia credimi già ti fa volare!
    Un abbraccio!

    labloggastorie

    10 gennaio 2014 at 13:56


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: