Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Bates Motel

with 48 comments

Bates Motel

Norman socchiuse lentissimamente la vecchia porta di legno. Lo scroscio dell’acqua avrebbe comunque coperto il rumore, ma lui era metodico nel suo rituale.
Coprì rapido i tre passi che lo separavano dalla tenda di plastica bianca, osservando con piacere l’ombra chinata della ragazza che si stava insaponando le lunghe gambe.
Il grande coltello nella sua mano sinistra rifletteva la scarsa luce del vecchio bagno. Per un attimo, prima di avventarsi oltre la tenda, vide il proprio volto riflesso sulla lama. Gli piaceva l’espressione eccitata dei suoi occhi neri, che rilucevano maligni e esaltati, così come il sottile sorriso compiaciuto che increspava appena le sue sottili labbra.
Il momento arrivò! Spalancò lo stinto, ingiallito tessuto e affondò la lama. Sentì il sangue caldo bagnare, come sempre, il suo viso, colpì ancora, tra le grida di stupore della donna.
Poi si accorse di qualcosa di strano.
Il sangue che bagnava il coltello e la sua mano era noincredibilmente di un blu violaceo.
Ebbe appena il tempo di spalancare gli occhi in un muto grido di orrore quando le forme sinuose e candide della giovane mutarono in un orrida creatura coperta di scaglie, con una bocca dai denti aguzzi, grande…
Troppo grande.

Annunci

Written by Michele

13 gennaio 2014 a 10:24

Pubblicato su racconti

Tagged with , , , ,

48 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao!
    Ti ho nominato per il Liebster Award, premio per blog che hanno meno di 200 followers!
    Trovi la nomination qui: http://ilariapalomba.wordpress.com/liebster-award-conosci-e-diffondi-nuovi-blog/
    A presto,
    Ilaria

    ilariapalomba

    14 gennaio 2014 at 17:38

    • Eh mi sa che allora non rientro. Ne ho più di 300 🙂
      Ma grazie. Troppo gentile

      Michele

      14 gennaio 2014 at 17:39

  2. era una cernia?

    TADS

    TADS

    14 gennaio 2014 at 11:48

  3. Tra tipografi e laboratori di stampa non ho piu’ il tempo di bearmi con i tuoi bellissimi racconti…certo non amo il genere ( e lo sai 😉 ) ma le cose ben scritte e’ sempre un gran piacere leggerle.
    Ricordati sempre che i sogni son fatti per essere realizzati…tu puoi farlo maisciusmen.
    Bacio bello.

    Daniela Pungitore

    13 gennaio 2014 at 21:56

  4. Ah, ah, ah, sei troppo forte! Meno male che non ho la tenda ma la cabina.

    fulvialuna1

    13 gennaio 2014 at 19:07

  5. Chi la fa l’aspetti… 😀
    Nicola

    Nicola Losito

    13 gennaio 2014 at 17:24

  6. SI, SI, BEL POST….(MAH…) AHAHAHA

    alexandremarie10

    13 gennaio 2014 at 16:28

  7. Bello rileggerlo! 🙂

    itacchiaspillo

    13 gennaio 2014 at 15:15

  8. Non amo le parole tinte di paura, devo ammettere, però, che sono scritte davvero bene!

    semprecarla

    13 gennaio 2014 at 12:36

    • grazie davvero, ogni tanto mi diletto anche nei microracconti, dal mio gruppo di racconti su facebook (scripta volant) 😉

      Michele

      13 gennaio 2014 at 12:39

  9. Hai sentito di quella saga di libri erotici con i dinosauri? Donne primitive che fanno sesso con i tirannosauri? I libri sono stati definiti assurdi dall’acqua critica, ma a taluni sono piaciuti.
    Si. Devo ammettere che mi é saltata subito l’associazione ed ho un po’ riso. Ma é colpa mia che oggi sono piena di aspirina. La tua donna con i denti aguzzi é una Lupa, eh?!

    Pepe

    13 gennaio 2014 at 11:52

    • ahahah no mai sentita, pare tremenda 🙂
      eh chissà, lupo? demone? ai lettori l’ardua sentenza

      Michele

      13 gennaio 2014 at 11:53

    • Già non so capisce una mazza quando commento con il pc… Con iPad poi!! Che c’entra acqua??

      Pepe

      13 gennaio 2014 at 11:53

  10. Ben gli sta! Buon inizio settimana 🙂

    Silvia

    13 gennaio 2014 at 11:13

  11. Tra Hitchcock e Dylan dog!!
    Buongiorno!!!

    labloggastorie

    13 gennaio 2014 at 10:30

  12. bonjour Miche! io non ho capito niente…. e chi era la tipa? io no di sicuro!

    alexandremarie10

    13 gennaio 2014 at 10:29

    • ahahah è solo un microracconto, chissà chi era, un mostro? un demone?
      la morale è il mostro prima o poi ne incontra uno peggiore di lui 😉

      Michele

      13 gennaio 2014 at 10:31

      • hai voglia! a me lo dici? la prossima volta fai un post sulla ma città che è una vera favola va. anzi no, fallo su di me ahhhhhhhaaaaaa

        alexandremarie10

        13 gennaio 2014 at 10:36

        • haahah ok prima o poi un post parigino ci sta 😉

          Michele

          13 gennaio 2014 at 10:37

          • prima di morire io…..magari….

            alexandremarie10

            13 gennaio 2014 at 10:38

            • haahah smettila, che sei giovanissima 😉

              Michele

              13 gennaio 2014 at 10:39

              • al 20 marzo sono 21 eh?

                alexandremarie10

                13 gennaio 2014 at 10:41

                • appunto, una fanciulla 😉

                  Michele

                  13 gennaio 2014 at 10:43

                  • una fanciulla? e puoi ben dirlo!!!! ahahhhaaaaa

                    alexandremarie10

                    13 gennaio 2014 at 10:49

                    • 🙂

                      Michele

                      13 gennaio 2014 at 10:49

                    • si però io non ho accento francese e quindi posso essere anche una vecchia che ti scrive ahhhhaaa che poi qui si sa mai… ahhhaaaaa dici di no?? ahhhaaaa

                      alexandremarie10

                      13 gennaio 2014 at 10:51

                    • hahaha no direi di no 😉

                      Michele

                      13 gennaio 2014 at 10:52

                    • ecco. buon lavoro se lavori
                      ciao

                      alexandremarie10

                      13 gennaio 2014 at 10:55

                    • ah no, lavoro oggi pomeriggio 🙂
                      ciao ciao

                      Michele

                      13 gennaio 2014 at 10:57

                    • ah ecco, io no! ma devo studiare, il problema è che proprio non mi va, ma devo mettermi sotto uffa…….

                      alexandremarie10

                      13 gennaio 2014 at 11:02

                    • già, quando ci vuole ci vuole, quindi sotto e via 😉

                      Michele

                      13 gennaio 2014 at 11:10

                    • ok capo! ciau

                      alexandremarie10

                      13 gennaio 2014 at 11:11

                    • brava, ciao ciao

                      Michele

                      13 gennaio 2014 at 11:14


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: