Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

chi di Neve ferisce…

with 67 comments

Oh, the weather outside is frightful,
But the fire is so delightful,
And since we’ve no place to go,
Let it snow, let it snow, let it snow.

Ed ecco giungere la neve, come previsto.
Guardo attraverso la finestra e mi piace perdermi nell’osservare quel delizioso susseguirsi di fiocchi candidi, tutti apparentemente uguali ma in realtà intimamente diversi uno dall’altro, proprio come gli uomini del resto.
Teneri piccoli fragili fiocchi che però uniti insieme possono travolgere ogni cosa, a volte persino inesorabilmente e crudelmente nonostante la loro intrinseca innocenza, perché in fondo nessun fiocco di neve in una valanga si sente responsabile.
E questo come assomiglia alla violenza del branco umano, quando la folla commette atti che forse ben pochi dei suoi componenti oserebbero da soli.
Certo continuando a guardare il candido manto che arriva penso anche ai consueti problemi imminenti, traffico incasinato, calo del lavoro in negozio (si preannuncia un pomeriggio noioso e deserto, che mi sa sfrutterò per terminare un racconto) e domani probabili spalate, per non parlare dell’orrido misto di fanghiglia nera che resta poi quando la neve inizia a sciogliersi sulle strade, ma il suo fascino resta comunque immenso perché la neve, soprattutto quando scende così, impetuosa e fitta a immensi fiocchi, ha il potere di mettermi di buonumore, farmi tornare fanciullo.
Resto poi tuttora convinto che una passeggiata notturna, sotto la neve e mano nella mano con una persona speciale (preferibilmente del sesso opposto) sia un piacere infinito e un momento di vera beatitudine, da terminare con  un bel bacio appassionato sotto la neve, con i dolci freddi fiocchi che scivolano sulle labbra unite e sulle palpebre chiuse.
Senza contare che quando guardo cadere la neve mi sento stranamente molto vicino al modo di pensare femminile…
Divento improvvisamente anch’io interessato a: “quanti centimetri” e a “quanto durerà”…

 

 

Annunci

Written by Michele

29 gennaio 2014 a 14:27

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

67 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. ahahahah fantastico!!!

    cherryorange

    1 febbraio 2014 at 13:47

  2. 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 ti bastano?

    alexandremarie10

    31 gennaio 2014 at 10:33

  3. Mi hai fatto tornare in mette una meravigliosa passeggiata, in una notte gelida e ventosa, sotto fiocchi giganti di neve; la mezzanotte appena scoccata, mio marito era appena rientrato a casa dal lavoro, siamo usciti perchè il paesaggio era troppo magico, abitavamo da poco nel paese qui vicino, 900mt d’altezza…Bello, soli, abbracciati e poi a casa cioccolato caldo e….

    fulvialuna1

    29 gennaio 2014 at 19:08

  4. Chi di neve … eppure mi hai fatto pensare che la neve è l’unico fenomeno atmosferico che non fa rumore, arriva in silenzio e provoca sempre stupore … e non ci trovo nulla di femminino nel vederla scendere e cadere… mentre è del mondo maschile porsi il problema di quanto dura e quanti centimetri avrà raggiunto…mahhh fortunatamente da me non nevica mai, quindi nessuna domanda e nessun meraviglioso stupore.
    Una gioiosa serata ed un sorriso

    MIriam

    29 gennaio 2014 at 18:24

    • già, è vero, è qualcosa di lieve e silente, come un bianco spettro che arriva 🙂
      gioiosa serata e due sorrisi a te

      Michele

      29 gennaio 2014 at 18:25

      • Micheleeeeeeeee spettro? perchè, la neve candida ed pura non mi da l’immagine di spettrale… vabèh va ti perdono

        MIriam

        29 gennaio 2014 at 18:30

        • haha ma mica sempre gli spettri sono una visione orrorifica, io a volte li trovo immagini quasi celestiali, dipende sempre dai punti di vista 😉

          Michele

          29 gennaio 2014 at 18:31

          • Ma quanti sono i punti di vista? e sopratutto per vederli dove mi debbo mettere? per cancellare equazione spettro = orrore?

            MIriam

            29 gennaio 2014 at 18:54

            • Ahahah innumerevoli. Puoi provare a salire in piedi sulla cattedra. Come ne l’attimo fuggente 😉

              Michele

              29 gennaio 2014 at 18:56

              • 😉 mai stata a scuola, nè sui banchi nè tanto meno in cattedra….
                Da me si dice chi può fa chi non può insegni!!!
                Ciao collega!!

                MIriam

                29 gennaio 2014 at 19:00

  5. Ma pensa che proprio stamattina guardavo il cielo e mi dicevo: figurati se ne azzeccano una! E infatti qui non nevica ancora 🙂

    Scribacchina

    29 gennaio 2014 at 17:38

    • ahhaah qui forte 🙂
      vuoi far cambio?

      Michele

      29 gennaio 2014 at 17:39

      • Neanche per idea!!!!! Infatti sto facendo la danza della controneve 😛

        Scribacchina

        29 gennaio 2014 at 17:43

        • ahahahah se funziona ti invito a farla anche qui 😉

          Michele

          29 gennaio 2014 at 17:46

          • Forse è meglio di no: che fine farebbe la passeggiata romantica nella neve? 🙂

            Scribacchina

            29 gennaio 2014 at 17:54

            • eh già, a parte che mi toccherà farla da solo andando a casa stasera 🙂

              Michele

              29 gennaio 2014 at 18:22

  6. sei davvero tremendo!!!!!! 😉

    Silvia

    29 gennaio 2014 at 16:47

  7. 😀

    tramedipensieri

    29 gennaio 2014 at 16:15

  8. sì, o se resterà, come dire, così… troppo morbida 😛
    Tremendo che sei!!

    stefaniazan8

    29 gennaio 2014 at 15:55

  9. ahahahah! Bellissima, la neve e la battuta finale! 😉

    zuccherando

    29 gennaio 2014 at 15:00

  10. mah….! Miche!!!!!

    alexandremarie10

    29 gennaio 2014 at 14:42

    • ahahah, beh la battuta finale ci sta sempre 😉

      Michele

      29 gennaio 2014 at 14:49

      • e si!!

        alexandremarie10

        29 gennaio 2014 at 15:02

        • 🙂

          Michele

          29 gennaio 2014 at 15:03

          • epperchè tu hai la neve e io no?! ahhhaaaa

            alexandremarie10

            29 gennaio 2014 at 15:06

            • ahahah perché io sono più fortunello? beh a Parigi hai di meglio della neve mi sa 😉

              Michele

              29 gennaio 2014 at 15:08

              • non sono a Parigi! Bon dieu!

                alexandremarie10

                29 gennaio 2014 at 15:08

                • no? pensavo di sì 🙂

                  Michele

                  29 gennaio 2014 at 15:09

                  • no, non sono là
                    sicuramente a Parigi la neve ci sarà……

                    alexandremarie10

                    29 gennaio 2014 at 15:10

                    • ah capito, beh magari arriva anche da te allora 😉

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 15:11

                    • e si! dicono questa sera, proprio quando dovrò uscire io! cidenti!

                      alexandremarie10

                      29 gennaio 2014 at 15:14

                    • Ahhaa esci ben coperta

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 15:15

                    • SI CON UN CAMMELLO! AHHHA

                      alexandremarie10

                      29 gennaio 2014 at 15:17

                    • Haahha meglio un gatto (delle nevi)

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 15:20

                    • ahhhaaaa e quello volevo dire!!!!!! ahhaaahhh sono fuori come un balcone mi sa… ahhaaaa
                      scusa eh?

                      alexandremarie10

                      29 gennaio 2014 at 15:21

                    • ahahah già, ma tra fuori (sono fuori anche io lo vedi) ci si intende 🙂

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 15:35

                    • ahhaaaaahhhhh si, io e te ci intendiamo eccome! ahhhaaaaa

                      alexandremarie10

                      29 gennaio 2014 at 16:27

                    • ahahah tra matti 😉

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 16:28

                    • appunto! ahhaaaaah
                      cioè… magari io di meno eh?

                      alexandremarie10

                      29 gennaio 2014 at 16:30

                    • 😉

                      Michele

                      29 gennaio 2014 at 16:32

  11. Bellissimo quadro in cui elementi opposti si uniscono in un soave fiocco di bacio.
    Bravo! come sempre. 🙂

    Primula

    29 gennaio 2014 at 14:34

  12. Aho… basta che non te cominci a mette i tacchi a spillo !!!

    frammentidisabrinaesse

    29 gennaio 2014 at 14:33


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: