Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Di riletture e tempi andati

with 26 comments

Balliamo quei dischi stralunati
motivi ormai dimenticati
ridiamo e brindiamo,
ai tempi andati
e al tatuaggio di Pigalle
Ai confini della realtà
dal passato sei tornata qua
ma il passato non c’è più
dev’esserci un errore

Mi capita a volte, come oggi, quando sono in cerca di un idea, di un pensiero da cui partire per scribacchiare qualche sciocchezza qui, di rimettermi a leggere cose vecchie, anche di mesi o anni, ed è qualcosa di davvero incredibile e chiunque abbia un blog, lo comprende certamente.
Rileggere molte emozioni, pensieri passati e magari anche i commenti, ti riporta alla mente in modo così limpido, così intenso certi ricordi e tutte le sensazioni e sentimenti ad essi legati.
Ed è notevole in questo la capacità del blog di non farti perdere pezzi, anche importanti di vita, che altrimenti avresti dimenticato e rimosso più facilmente o disinteressatamente.
Onestamente capita che io mi perda davvero nel rileggermi, anche se è certo una forma di narcisismo (beh forse solo un pochetto), ma adoro il piacere che provo nel rileggermi (o rileggere chi mi ha emozionato) e riprovare i pensieri stimolati da risposte e commenti.
Ed è quasi incredibile quale immenso concentrato di emozioni forti, vive, vere può riuscire a condensare un blog.
Resta però alla fine, dopo molta rilettura, la constatazione che anche oggi ho una profonda e intensa voglia di amore, di darne, riceverne, e soprattutto farne tanto.
Anche perché io non sono certo come un mio amico che è pigro, ma pigro, ma così pigro…
Che invece di fare l’amore lo compra già fatto…

Advertisements

Written by Michele

11 febbraio 2014 a 14:00

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

26 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Sottoscrivo tutto: anche a me piace rileggere e ritrovare quello che sta dietro le parole (e che per forza di cose so solo io). Uno dei lati piacevoli di avere un blog 🙂

    Scribacchina

    11 febbraio 2014 at 16:49

  2. “…lo compra già fatto…” meno male che ho scaricato la carta, almeno me lo devo inventare ancora 🙂
    Rileggersi non è male, anzi ti da la misura di come eri, se cresci, se torni indietro; puoi diversificare un’idea, la puoi rafforzare…il tuo ego virtuale.

    fulvialuna1

    11 febbraio 2014 at 16:19

  3. Le prime volte che scrivevo qualcosa me lo rileggevo moltissime volte, quasi una droga di me, e tornare ai primissimi post, ai primi racconti è sempre un’emozione e una scoperta insieme. Ma sono i commenti ai post le cose più belle, perchè in molti casi sono stati il “la” a conoscere delle belle persone.

    itacchiaspillo

    11 febbraio 2014 at 15:33

  4. Rileggere è bellissimo, si scoprono dettagli sfuggiti prima o emozioni provate con diversa intensità. Rileggersi poi non è narcisismo, è un po’ ritrovare se stessi stratificati nel tempo. … Sergio Caputo a parte 🙂

    Primula

    11 febbraio 2014 at 15:27

    • Hahaha che ti ha fatto il povero capito? 🙂
      Ma si. E vero. Rileggersi e proprio così.

      Michele

      11 febbraio 2014 at 15:30

      • Il Sergio? Nulla, nel senso letterale del termine. Ascoltarlo non fa del male, è innocuo! Ahah! … ma non lo collocherei nella mia hit parade perdonale. 🙂

        Primula

        11 febbraio 2014 at 15:36

        • Hahaha vabbe posso perdonarti 🙂
          In effetti ho gusti musicali un po’ personali e retró

          Michele

          11 febbraio 2014 at 15:38

      • Volevo scrivere personale … Tastierino maledetto! O è Caputo che si vendica?

        Primula

        11 febbraio 2014 at 15:38

  5. ahahahaah anche io rileggo sempre tutto.
    i commenti li leggo e rileggo continuamente, si ferma il tempo ogni volta che accendo il pc, e mi ricordo del perché non volevo farlo questo blog .. -.-‘
    Per quando mi riguarda adoro la bellezza (naturalmente soggettiva) .. quindi “cambio”, “modifico”, “perfeziono” (se così si può dire), continuamente …
    a povera me e poveri noi …
    *mi piace molto Sergio Caputo.

    ScatenoLaMente

    11 febbraio 2014 at 14:22

    • eh anche a me piace da morire caputo, e mi piace rileggere, tutto, anche i libri che ho amato.
      ma non poveri noi, noi ricchi! di fantasia 🙂

      “effetti personali, non metterci le mani,
      potresti forse avere, delle strane sorprese.
      Effetti personali, parliamone domani
      saremo più sereni
      Con gli stessi problemi” 😉

      Michele

      11 febbraio 2014 at 14:25


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: