Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Gas

with 28 comments

Gas

La donna giunse infine alla porta, con l’ultima valigia in mano, lasciava la sua casa, per sempre.
L’aveva abbordato, ammaliato, conquistato, posseduto, straziato.
Il suo modo violento, carnale e perverso di amarlo l’aveva fatto impazzire.
Lei aveva goduto di lui in ogni modo la sua fantasia potesse desiderare, e molti che non aveva nemmeno mai immaginato prima.
Ora però non sapeva più stimolarla, eccitare la sua fantasia, gli disse mentre terminava rapidamente di fare i bagagli, sotto il suo sguardo attonito.
Aprì la porta, guardandolo un’ultima volta con aria di sfida, quindi gli parlò:
«Che farai ora senza di me?»
«Aprirò il gas!» Rispose lui.
Lei gli sorrise maliziosa uscendo e sbattendo la porta.
A lui dispiacque non aver potuto finito la frase:
«E una scatola di pennette, e di pelati!»

Annunci

Written by Michele

23 febbraio 2014 a 10:32

28 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ho fame, per me una porzione abbondante grazie ahaaaahhh

    alexandremarie10

    24 febbraio 2014 at 22:51

  2. …”Lei aveva goduto di lui in ogni modo la sua fantasia potesse desiderare, e molti che non aveva nemmeno mai immaginato prima.”…

    ciao Michele,
    se nella vita reale ti capiterà di incontrare una donna così…
    fidati che dovrai essere tu a buttarla fuori di casa,
    con tanto di piatto “pennette e pomodoro” rovesciato sulla testa :mrgreen:

    TADS

    TADS

    24 febbraio 2014 at 11:25

  3. E dopo il piacere della carne cosa c’è di omaco? pennette all’arrabiata magari, tanto per dogerire l’uscita…Sei troppo forte! Buona giornata.
    PS Cosa mangi a pranzo?

    fulvialuna1

    24 febbraio 2014 at 10:12

    • hahaha grazie, sono forte perché mangio spinaci dalla scatoletta tutti i giorni 😉
      hahaha
      p.s. oggi non ho ancora idea, ma qualcosa di buono sicuro 😉

      Michele

      24 febbraio 2014 at 10:15

    • Scusa, ho scritto da schifo , ma pensavo all’arrabiata…

      fulvialuna1

      24 febbraio 2014 at 19:15

      • Hahaha l’orango non si offende 🙂
        Anche a lui piace l’arrabbiata

        Michele

        24 febbraio 2014 at 19:17

  4. Ben fatto!

    rossellacantisani

    23 febbraio 2014 at 14:25

  5. In questi casi, meglio una crema al mascarpone di un piatto di pasta 😛

    Scribacchina

    23 febbraio 2014 at 13:14

  6. Affoga il dolore nel cibo o mangia perché non gliene può fregare di meno? 😉

    Antonio Tomarchio

    23 febbraio 2014 at 12:43

  7. La risposta finale è la più giusta, buona domenica! 😉

    Silvia

    23 febbraio 2014 at 12:08

  8. Sei un maledetto genio del male!!! Ora mi toccherà cucinarmi un’arrabbiata…. Mi hai fatto venire voglia …..

    elinepal

    23 febbraio 2014 at 11:30

  9. ah ah ah avevo letto petardi …
    bello, bello bello

    menteminima

    23 febbraio 2014 at 10:57


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: