Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Istintivamente Istintivo

with 34 comments

It is a lovely thing that we have
It is a lovely thing that we
It is a lovely thing, the animal
The animal instinct

Troppi vedono l’erotico solo come un semplice e stimolante risveglio sessuale, lo stuzzicamento della fantasia.
Io vivo, concepisco e scrivo dell’erotico perché è la più profonda, intima, possente e irrinunciabile forza di vita, una forza che ci spinge e sprona a vivere lungo una direzione fondamentale, verso la piena consapevolezza di sé, dei desideri dei pensieri e delle emozioni, spezzando catene, vincoli e tabù assurdamente inculcati nelle menti da una risibile cultura vetero-religiosa il cui scopo è solo limitare e frustrare l’immensa passionalità che si cela in ogni essere vivente, l’istinto atavico e squassante che ribolle nelle nere profondità dell’animo.
Perché come scriveva Saffo:
“scuote l’anima mia Eros, come il vento sui monti aggredisce le querce, e scioglie le membra e le agita, dolce amara indomabile belva”.
Perché in fondo è questo che siamo intimamente, perché i grandi filosofi ci hanno detto: penso, dunque sono.
Ma lo spirito nero nel nostro animo sussurra nei nostri sogni: sento, dunque posso essere libero!
Che in noi risiede ancora profondo l’ancestrale istinto dei primati remoti che siamo stati, feroce, carnivoro, possente e vorace.
Perché c’è ancora il genoma delle scimmie primordiali in noi.
Poi certo c’è anche chi scopre, andando allo zoo, che l’orango si ricorda ancora bene di lui…

Advertisements

Written by Michele

24 febbraio 2014 a 11:23

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

34 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Anche io ho postato una poesia di Saffo per spiegare la passione…Condivido molto di quello che hai scritto…ma ho un difetto (che non mi viene dalla educazione-retaggio-religiosa): la pssione mi si sprigiona quando sono innamorata e mi innamoro quando sento la passione…Non riesco a scinfderle. Si offenderà l’orango se non mi piace tanto? 🙂

    fulvialuna1

    24 febbraio 2014 at 19:14

  2. Io scrivo di passione perchè è l’unica cosa che mi tiene in vita, e mi rendo conto di essere un po’ scimmia ogni volta che vado dall’estetista.

    JellyCandy

    24 febbraio 2014 at 15:07

    • Hahaha beh anche io scrivo di passione. E ciò che più mi rende vivo e fantasioso.
      Io son fortunato. Posso tenere la barba 🙂

      Michele

      24 febbraio 2014 at 15:13

  3. Eppure non è così semplice dare voce e poi convivere con il nostro “istinto animale” (colonna sonora “il battito animale”, Raf).
    Per le donne, se posso permettermi, è anche più difficile (colonna sonora: “La faccia delle donne”, Pooh/Vasco e “Spose e puttane” Jovanotti). Insomma, intendo dire che per le donne è più difficile, perchè esistono ataviche catene, proprio nella mente degli uomini, prima che ancora all’interno della società.

    scelgodiessereme

    24 febbraio 2014 at 15:01

    • Vero. Assolutamente vero. Catene assurde e idiote in menti purtroppo primitive. Eppur così diffuse (canzone bingo bongo)
      Per fortuna le donne stanno finalmente imparando a spezzare e soprattutto ridicolizzare certe catene

      Michele

      24 febbraio 2014 at 15:03

      • A che costo lo stanno imparando?

        scelgodiessereme

        24 febbraio 2014 at 15:04

      • … nel senso che, almeno secondo il mio punto di vista, gli uomini sono più portati delle donne ad utilizzare il sesso come mezzo di comunicazione, annullando poi, tutto il resto di quell’altra comunicazione che passa attraverso le parole e l’ascolto.

        scelgodiessereme

        24 febbraio 2014 at 15:11

        • Beh forse si. Ma per fortuna si impara a comunicare a ogni livello sempre più. Prima o poi ci arriveremo 🙂

          Michele

          24 febbraio 2014 at 15:12

      • Ergo: non sono (solamente) le donne a dover imparare a spezzare certe catene, ma anche gli uomini dovrebbero fare la loro parte (forse ampliando la loro comunicazione).

        scelgodiessereme

        24 febbraio 2014 at 15:12

        • Ah quello senza dubbio. La prima parte e decisamente di qui. Cambiando proprio il modo di pensare. A prescindere

          Michele

          24 febbraio 2014 at 15:14

          • ..a prescindere, da cosa? (non ho capito..)

            scelgodiessereme

            24 febbraio 2014 at 15:18

            • A prescindere dal fatto che anche la donna debba cambiare in se quella mentalità

              Michele

              24 febbraio 2014 at 15:19

              • ah ok. si..

                scelgodiessereme

                24 febbraio 2014 at 15:26

              • Bisogna cambiarla quando si desidera ciò che non si riesce a raggiungere.
                Credo che ci siano anche donne, soddisfatte della loro essere eteree/ acqua e sapone/ mamma e basta; così come ci sono uomini veramente ed esclusivamente attratte dal candore femminile. Che sia condore e null’altro.
                Non è semplice questo discorso che stiamo facendo, perchè il sesso, la sessualità, è comunicazione e boh… :-\

                scelgodiessereme

                24 febbraio 2014 at 16:06

                • Ah sicuro. Nulla è semplice alla fine se si parla di sessualità. Ovvio che sono solo discorsi generici

                  Michele

                  24 febbraio 2014 at 16:12

  4. hi Michele,
    passo veloce per ringraziarti di avermi scovata chissa dove 😉 spero che mal non te incolla (ossignur come si dice?).
    sheraunelogiallaccademiadellacrusca

    sherazade

    24 febbraio 2014 at 13:21

    • hahaah le vie del web sono infinite 🙂
      è un piacere però averti scovata 😉

      Michele

      24 febbraio 2014 at 13:27

  5. in effetti è pericoloso andare allo zoo 😉

    Silvia

    24 febbraio 2014 at 12:37

  6. Potrei averlo scritto io, ma, siccome non l’ho scritto, lo sottoscrivo in toto.

    tilladurieux

    24 febbraio 2014 at 12:02

    • ahhaah già, in effetti condivido, e ne ero sicuro 😉

      Michele

      24 febbraio 2014 at 12:03

  7. Ho sempre pensato che fare l’amore è parlarsi con altro linguaggio. La passione fisica sa dire cose che a voce non si riescono, anzi, non si possono dire. Un linguaggio profondo, più vero proprio perché, come dici, nasce da un bisogno primario ed ancestrale.
    ….fortuna che gli zoo stanno chiudendo 🙂

    chiaralorenzetti

    24 febbraio 2014 at 11:28

    • eh già, proprio così, un linguaggio universale, in cui ogni cosa è parola, e che consente di comunicare su livelli mai immaginati…

      (per fortuna ahaha) 😉

      Michele

      24 febbraio 2014 at 11:31

      • Non condivido. Non sempre c’è comunicazione, almeno per me. Trovo ci sia molta introspezione, quasi una ricerca, un viaggio. Se poi questi momenti sono condivisi, grazie e con, l’altro, è un “di più” raro. Quasi un dono.

        itacchiaspillo

        24 febbraio 2014 at 14:24

        • sì, ovviamente intendevo implicitamente che questo avviene quando c’è perfetta sintonia nel piacere, certo non sempre, è un dono! preziossimo

          Michele

          24 febbraio 2014 at 14:26

          • Parlate di cose rare allora! Il governo Renzi tasserà i discorsi utopistici, sapevatelo! 😀

            itacchiaspillo

            24 febbraio 2014 at 14:36

            • haahahha ecco lo sapevo, allora dovrò vendere più libri mi sa 😉
              (rare ma reali, oh se reali)

              Michele

              24 febbraio 2014 at 14:40


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: