Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Cadendo

with 38 comments

Cadendo

Il dolore della caduta riaffiora.
La mia mente è stordita, confusa.
Tutto ciò che vedo è bianco, una immensa pagina bianca che si estende a profusione nei miei ricordi.
Vi sprofondo, la sfioro. Cedevole si adatta al mio pensiero.
I miei battiti rallentano, si adattano al respiro. Respiro? Sì, aria fresca entra ed esce dalle mie labbra.
La paura abbandona piano il mio corpo mentre stringo e rilascio le dita, inarco il collo, muovo le gambe e mi rialzo lentamente.
Gli occhi mi fanno ancora male, li stringo poi provo ad aprirli.
La luce del sole li ferisce, lacrime copiose offuscano la mia vista.
Mi lecco le labbra, ingoio saliva che come un suono struggente, indefinibile risuona dentro di me.
La vista piano inizia a tornare e vedo qualcosa che oscilla davanti a me.
Una piuma bianca, leggera e impalpabile volteggia davanti ai miei occhi.
Volto la testa verso la mia schiena e le vedo, ci sono ancora, bianche… ancora bianche.
Le mie ali.

Annunci

Written by Michele

24 marzo 2014 a 10:52

38 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ti ho nominato per il Liebster Award. Ciao.

    fulvialuna1

    25 marzo 2014 at 21:34

  2. La fortuna e’ proprio quella di non perderle, cadere fa parte del volare…

    Daniela Pungitore

    25 marzo 2014 at 12:41

    • già decisamente, e poi non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, non hanno mai inciampato.
      A loro non si è svelata la bellezza della vita 🙂

      Michele

      25 marzo 2014 at 13:26

  3. Ah, le ali!
    Solo chi non cade mai non può scoprire di averle!

    Carrie

    25 marzo 2014 at 12:06

  4. piccole sfumature di grigio qua e là ??? sotto sotto scrivi benissimo perchè ci stau tu fra le righe…:-) salutino! art

    zerogravity

    24 marzo 2014 at 17:43

    • beh ovviamente quando si scrive l’io fa spesso capolino, anche inconsciamente 🙂
      e in fondo mi piace sfumare
      saluto a te e sorriso

      Michele

      24 marzo 2014 at 17:56

      • sfumare… mi sa di culinaria…nouvelle… eheh ;.)

        zerogravity

        24 marzo 2014 at 17:59

        • hahaah già, in fondo cucinare mi piace assai, ma non nouvelle, più tradizionale o al limite fusion 😉

          Michele

          24 marzo 2014 at 18:01

  5. Una piuma delle tue ali bianche, una sensazione di leggerezza. Sollevi questa mia giornata uggiosa…
    Del resto porti il nome di un Arc..Angelo!!’
    Complimenti sempre!

    rossellacantisani

    24 marzo 2014 at 16:05

  6. Ma che delicatezza ;D

    tramedipensieri

    24 marzo 2014 at 14:32

  7. bello, bello, bello!

    Bia

    24 marzo 2014 at 13:26

  8. seeeee…..un angelo tu???? ma daiiiiii 😉

    Silvia

    24 marzo 2014 at 12:12

  9. Sei sicuro che sono bianche? 😉

    itacchiaspillo

    24 marzo 2014 at 11:05

  10. Bellissimo!

    Primula

    24 marzo 2014 at 10:56


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: