Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

La Morte in Sorte

with 50 comments

davanti all’estrema nemica
non serve coraggio o fatica
non serve colpirla nel cuore
perché la morte mai non muore

Ebbene sì, mi è toccata in sorte la Morte!
Tranquilli, nessun lutto in vista, è solo che insieme a 22 amici scribacchini è balenata l’idea di un libro che raccolga dei racconti (erotici ovviamente) ispirati ai 22 arcani maggiori dei tarocchi, e ovviamente avrete già tutti intuito quale sia stato sorteggiato per me.
Ho naturalmente già effettuato gli scaramantici scongiuri di rito con mirati toccamenti e poi mi son messo al lavoro, in effetti con un’idea niente male e in solo due giorni ne è uscita una discreta novella.
Purtroppo non posso ancora inserirla qui con gli altri racconti per ovvie ragioni ma se qualcuno di voi che passa di qui avesse piacere di leggerlo basta una mail e lo avrà con piacere.
Certo è curioso, avrei voluto ricevere il papa, per cui avevo già un’idea oltremodo intrigante e discretamente blasfema, che sia un segnale da qualcuno lassù che avvisa di non fare certi pensieri?
C
he peraltro non ho idea di cosa ci sia dopo la morte, già faccio molta fatica a capire quello che c’è prima, ma nel caso non mi dispiacerebbe che fosse come l’ho immaginata nel racconto.
E per fortuna che l’idea è giunta rapida, anche perché a meditarci troppo avrei finito per sentirmi come il nano condannato a morte…
Patibolo!

Annunci

Written by Michele

11 aprile 2014 a 14:19

Pubblicato su pensieri, racconti

Tagged with , , , ,

50 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Siiii!!! Via Mail Please!!! Abbraccio,65Luna

    65luna

    13 aprile 2014 at 14:06

  2. dovessi trovarti a corto di idee…
    puoi sempre chiedere suggerimenti allo “iettatore” di “avanti un altro” :mrgreen:

    la morte è un argomento che da sempre stimola l’immaginario erotico,
    basti pensare al look delle vedovelle 😉

    TADS

    TADS

    13 aprile 2014 at 09:22

    • Hahaha tremendo quello.
      Ma è vero. È argomento abbondantemente dibattuto e sviscerato 😉

      Michele

      13 aprile 2014 at 09:45

  3. Idea originale!

    fulvialuna1

    12 aprile 2014 at 17:21

  4. Ohhhhhhh ma che bello Maic!!!! 🙂

    labloggastorie

    12 aprile 2014 at 15:58

  5. Io l’ho letto! Gne gne. “Ho vinto qualche cosa?!” Ahahah

    Pepe

    11 aprile 2014 at 21:50

  6. Il papà? Prima deve venire da me! Eppoi…da te aahhaaaa

    alexandremarie10

    11 aprile 2014 at 21:45

  7. ..non si può rifiutare un dono così “vivo”!
    grazie Michele

    ciao
    .marta

    tramedipensieri

    11 aprile 2014 at 21:32

  8. Ciao Michele. Sono passato per salutarti. Lascio WordPress.
    Buona continuazione.
    Nicola

    Nicola Losito

    11 aprile 2014 at 19:42

  9. Premesso che io di tarocchi non sono proprio niente ma niente. Voi siete pazzi!! Parlo per l’idea!!! Comunque si dice che allunghi la vita sognar la quindi magari anche se ti ispiri a lei. Sei uno che ne produce di bollore, eh!

    Pepe

    11 aprile 2014 at 19:11

  10. Via mail! Grazie 🙂

    Bia

    11 aprile 2014 at 16:04

  11. Tu sai parlare di ogni cosa.. 🙂 ..

    Insenseofyou

    11 aprile 2014 at 15:59

  12. Bellissima idea! Sapevi che sulla carta del tredicesimo arcano maggiore non vi è scritto il nome per paura che, sentendosi invocata, giunga inaspettata?
    E a proposito, hai mai letto Il castello dei destini incrociati di Italo Calvino?

    Ella von Matsch

    11 aprile 2014 at 14:59

    • Si l’ho scoperto leggendo qualcosa sulla carta.
      No. Quello mi manca. Ma ora curioserò 🙂

      Michele

      11 aprile 2014 at 14:59

      • È I-M-P-E-R-D-I-B-I-L-E! Oltre che geniale.

        Ella von Matsch

        11 aprile 2014 at 15:00

      • «Quando le carte affiancate a caso mi davano una storia in cui riconoscevo un senso, mi mettevo a scriverla; accumulai così parecchio materiale; posso dire che gran parte della Taverna dei destini incrociati è stata scritta in questa fase; ma non riuscivo a disporre le carte in un ordine che contenesse e comandasse la pluralità dei racconti; cambiavo continuamente le regole del gioco, la struttura generale, le soluzioni narrative. Stavo per arrendermi, quando l’editore Franco Maria Ricci m’invitò a scrivere un testo per il volume sui tarocchi viscontei. Dapprincipio pensavo d’utilizzare le pagine che avevo già scritto, ma mi resi conto subito che il mondo delle miniature quattrocentesche era completamente diverso da quello delle stampe popolari marsigliesi. […] Provai subito a comporre con i tarocchi viscontei sequenze ispirate all’ Orlando Furioso; mi fu facile così costruire l’incrocio centrale dei racconti del mio “quadrato magico”. Intorno, bastava lasciare che prendessero forma altre storie che s’incrociavano tra loro, e ottenni così una specie di cruciverba fatto di figure anziché di lettere, in cui per di più ogni sequenza si può leggere nei due sensi.»

        Ella von Matsch

        11 aprile 2014 at 15:02

  13. Sorvolo sul culo che ti è toccato 😛 e devo dire che il risultato che ne hai tratto è strepitoso! (Io sono in pieno alto mare con il mio arcano!) 🙂

    itacchiaspillo

    11 aprile 2014 at 14:37

  14. Che bella idea quella di usare i tarocchi per i vari temi 🙂

    Emily

    11 aprile 2014 at 14:32

    • già, molto, e stanno venendo fuori racconti davvero notevoli, spero si riuscirà a farne un libro vero e proprio (l’ebook sicuro)

      Michele

      11 aprile 2014 at 14:33


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: