Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Posts Tagged ‘dio

Crediamoci addosso

with 20 comments

Credo che ci voglia un dio ed anche un bar
credo che stanotte ti verrò a trovare per dirci tutto quello
che dobbiamo dire o almeno credo
credo proprio che non sia già tutto qui e certi giorni invece
credo sia così redo al tuo odore e al modo in cui mi fai sentire
a questo credo

Io credo.
Credo che ci voglia un bar, ma del dio posso anche fare a meno (scusa Liga)
Credo che il sesso sia fantastico, ma fare l’amore ogni tanto irrinunciabile

Credo che la carbonara con la panna, o con l’uovo che sfiora solo la padella sia atto di lesa maestà
Credo che bere per dimenticare sia assolutamente inutile, ma farlo per godersela sacrosanto
Credo che i social abbiano unito innumerevoli solitudini, ma parlare con qualcuno senza usare le dita sia sempre meglio
Credo che l’universo non sia infinito, ma la mente umana sì
Credo che leggere sia viaggiare da fermi e vivere molte più vite di quante si potrebbe avere naturalmente
Credo che
senti dentro di te un grande, intenso, profondo e inesplicabile senso di vuoto… Devi mangiare, è fame!
Credo che tutti si desideri cogliere l’attimo, sempre, ma poi si passano innumerevoli giornate abuliche sul divano pensando, lo farò domani
Credo
che se non hai mai riso profondamente, sguaiatamente e liberamente mentre fai l’amore, del piacere non sai nulla
Credo che ogni uomo abbia in sé un tremendo mostro incatenato capace delle azioni più scellerate, se per sbaglio viene liberato
Credo che suscitare una qualche forte emozioni con ciò che scrivo sia sempre un immenso e profondo orgasmo cerebrale
Credo che
se decidi di rifiutare e rinnegare il sogno, poi puoi solo masturbarti con la realtà
Credo che
ciò dona veramente intensità a una tentazione non sia la grinta del male, del peccato, ma il luccichio del bene e dell’innocenza che vi è mischiato
Credo che l’ultimo cucchiaino di nutella e poi basta, non sia mai davvero l’ultimo
Credo che esagerare nel gioire di una vittoria di qualcuno per cui semplicemente tifi sia come pensare di aver scopato dopo aver visto un porno
Credo che sia vero che la
sessualità femminile viaggi su un piano superiore a quella maschile, più cerebrale, ma poi abbiano voglia di scopare come animali anche loro
Credo che tutto quel tempo prezioso sprecato a dormire sia mostruoso, però restare a sonnecchiare al mattino è puro piacere
Credo che dopo ci sia solo l’oblio, il nulla più spaventoso, ma spero ardentemente di sbagliarmi
Credo che molti abbiano già smesso di leggere, ma se giungi fin qui hai sicuro dentro una scintilla di rivelazione
Credo che l’Italia sia un paese assurdo, osceno, vergognoso, eppure meraviglioso ecco perché non vorrei mai essere nato o vivere in qualsiasi altro
Credo che la noia partorisca mostri, ecco perché in questo palloso pomeriggio in negozio mi sono cimentato in questa cosa assurda
Credo che troppi vizi siano deleteri, ma gola e lussuria irrinunciabili
Credo che la vera favola dovrebbe sempre iniziare con un ci sarà, mai c’era.
Credo che se fossi una donna mi innamorerei follemente di me, ma forse poi mi manderei anche affanculo
Credo che la sincerità sia qualcosa di stupendo, che se praticata assiduamente ti farebbe odiare da gran parte della popolazione mondiale
Credo che tutti siamo unici e speciali, ma tanti restano dei coglionazzi
Credo che mantenere il lato fanciullo sia stupendo, ma giocare ancora con le bambole da adulto preoccupante (anche quelle gonfiabili)
Credo che le persone speciali si trovino come per magia nella vita, ma si perdano con altrettanta facilità
Credo che tutti ci sogniamo un po’ troppo addosso
Credo che tutti dovremmo credere in noi stessi, sempre, anche quando ci mentiamo spudoratamente
Credo che
la principessa sul pisello non sia stata poi così tanto scomoda come raccontano
Credo che quasi ogni donna possa far fare a quasi ogni uomo quasi qualsiasi cosa (tranne quelle poche che vorrebbe però davvero)
Credo che la vita sia veramente come un gelato, devi solo imparare bene a leccarla
Credo che a questo punto io abbia scritto veramente troppo
E tu? Tu cosa credi?

Annunci

Written by Michele

9 aprile 2015 at 18:36

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Merricrismas!

with 23 comments

MERICRISMAS

 

Auguri a tutti per un distinto natale e uno spettabile anno nuovo. (dotta citazione)
Certo che queste festività come sempre riaccendono i miei dubbi mistici.
l’aria si pervade di religiosità, e tutti si affannano a cercare di dimostrarsi più buoni e forse proprio per questo io invece a natale sento un irrefrenabile desiderio di essere un po’ più bastardo del solito.
P
oi domani è anche il compleanno dell’amato e vituperato gesù, nientepopodimenochè il figlio di dio, mica pizza e fichi.
Resta però in fondo sempre il grandissimo dilemma.
Il mondo (buon gesù compreso) l’ha fatto Dio, e fin qui ci siamo, rientriamo in una teoria cosmogonica perfetta… ma dio? Chi l’ha fatto?
Ebbene quest’anno ho avuto l’illuminazione.
Chi ha fatto dio?
L’han fatto il su’ babbo e la su’ mamma….

Written by Michele

24 dicembre 2014 at 13:30

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Anche gli Angeli cadono, attenti alla cera!

with 50 comments

siamo angeli
con le rughe un po’ feroci sugli zigomi
forse un po’ più stanchi ma più liberi
urgenti di un amore,
che raggiunge chi lo vuole respirare

 

Alcuni sogni e immagini viste qua e là, mi hanno fatto ripensare alla figura dell’angelo, che mi ha da sempre appassionato, sono infatti tra le poche immagini religiose ad avermi, fin da bambino, ispirato notevole curiosità e fascino.
Per non parlare degli arcangeli, e soprattutto quello che porta il mio nome.
Ricordo quando lessi che l’arcangelo Michele rifulge per la sua bellezza spirituale!
Che è considerato dagli ebrei come il principe degli angeli, e peraltro l’origine del mio nome, mi – ka – el, significa chi è come Dio (mica pizza e fichi!)
È poi descritto nell’apocalisse l’immane combattimento tra Michele e il lucifero, sotto forma di dragone rosso che fu naturalmente da lui sconfitto.
Il cavaliere ammazzadraghi, in stile excalibur, è poi uno dei miei sogni avventurosi favoriti.
Scoprii in seguito il fascino ancora maggiore della figura dell’angelo caduto, da alcuni detto diavolo, io però visualizzavo di più l’immagine dell’angelo che, non più sorretto dalle ali, precipitava tremendamente e pesantemente a terra, frantumandosi insieme corpo e anima, pervertendo la propria santità e perfezione con le passioni terrene.
E per questo forse siamo in verità tutti angeli caduti che, dall’innocenza della fanciullezza, cadiamo preda delle infinite tentazioni e passione terrene, pervertendoci poco a poco.
Anche se, in fondo, pensandoci proprio bene, non mi dispiace affatto essere caduto così.
Credo inoltre di
essere sempre stato molto predisposto naturalmente per questo tipo di “caduta”, seppur non sia facile o sensato distinguere quale sia il bene o il male in certe emozioni, e in fondo persino il diavolo sbalordito rimase, quando comprese quanto osceno fosse il bene, e vide la virtù nello splendore delle sue forme sinuose. (un premio a chi riconosce il film qui citato).
Oltre tutto quando sento
parlare a volte di “sesso degli angeli”…
La mia mente ha sempre evocato più che altro idilliache, uniche e soprattutto acrobatiche fantasie sessuali…

 

Written by Michele

16 settembre 2014 at 14:04

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

Di Dio e altri Demoni

with 38 comments

Cronache terrestri di un campanello suonatomi inopinatamente la domenica mattina.

– Fratello, ti porto la fede.

– Grazie, non mi interessa.

– Hai perso la fede? possiamo aiutarti a ritrovarla!

– Non l’ho persa, so esattamente dove l’ho messa, in fondo al cesso, e ho tirato un paio di volte lo sciaquone per sicurezza.

 

Perché in fondo cos’è un uomo senza fede?
un fortunato scapolo!

Written by Michele

8 giugno 2014 at 10:31

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Oblio

with 26 comments

Oblio

«Io ho paura!»
Disse, abbandonandosi a lui.
«Cosa ti spaventa davvero? Tu non dovresti temere nulla»
Rispose, davvero stupito da quelle parole.
«Ho paura, paura dell’oblio, di essere lentamente dimenticato, di finire come quei tanti i cui nomi ora sono poco più che sussurri nel vento. Ho paura di perdere d’importanza per tutti quelli che ora pendono dalle mie labbra, temo una fine, un futuro senza di me.
Altri ora mi sovrastano, crescono e hanno più successo. Pensi che anch’io sia destinato a una inevitabile fine?»
Il Demiurgo sorrise:
«Coraggio Dio, non perdere mai la speranza, nulla è davvero scritto».

Written by Michele

1 giugno 2014 at 11:21

Pubblicato su racconti

Tagged with , , , , ,

di Fili e Burattini

with 62 comments

Ti hanno iscritto
a un gioco grande
se non comprendi
se fai domande
chi ti risponde
ti dice: è presto
quando sarai grande
allora saprai tutto

Oggi, tornando a casa dopo la mattinata di lavoro in negozio, come ogni sabato sono passato davanti al gruppetto abituale di testimoni di Geova (almeno penso lo siano, non mi sono mai soffermato abbastanza per accertarmene), con il solito tizio con un completo e una cravatta assolutamente imbarazzanti, che predica ad alta voce.
Le sue esortazioni sono a volte in inglese e a volte in italiano, oggi non servivano i sottotitoli, ho quindi udito chiare parole che mi esortavano ad affidarmi a Gesù, ad andare da lui.
Parole che per prima cosa mi hanno condotto agli irrinunciabili (anche se lievemente volgari) scongiuri di rito.
Dopodichè, continuando il mio cammino verso una meta senza dubbio più allettante al momento (la panetteria dove rifornirmi di pizza e focaccia al formaggio per pranzo) il pensiero è comunque andato immancabilmente alla figura di Gesù.
Più che altro in verità le prime immagini che mi sono saltate alla mente erano quelle del vecchio film “the passion” di Mel Gibson (ennesima dimostrazione della potenza dei media, e del cinema), poi i pensieri, come spesso mi capita, sono scivolati verso una direzione inusuale e inaspettata, e ho iniziato a pensare a Pinocchio.
Prima però che chiamiate la neuro per un ricovero urgente, vorrei farvi notare le notevoli e impressionanti analogie tra il suddetto burattino e Gesù.
Entrambi sono figli di un falegname, che però non è il loro padre biologico.
Entrambi traditi e traviati da uno che consideravano amico intimo, anche se riconosco è un tantinello azzardato paragonare Giuda a Lucignolo.
Nella vita di entrambi c’è stata una forte, ma casta, presenza femminile, (anche se ho sempre avuto qualche sospetto sulla fata turchina).
Si sono impegnati nella moltiplicazione di oggetti (anche se a pinocchio con le monete è andata male), ed entrambi, alla fine, sono rinati in una nuova forma.
E chissà quindi se, in un futuro curioso, mi suoneranno alla porta per mettermi in guardia dai pericoli di cedere alle tentazioni di Mangiafuoco e precipitare negli oscuri baratri della balena orde di “testimoni di Collodi”…

Written by Michele

5 aprile 2014 at 14:22

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Dell’amore e di altri demoni!

with 10 comments

Dell’amore e di altri demoni!

La tetra stanza abbandonata del monastero era ora pervasa dai gemiti innaturali.
Nella penombra che ovattava le forme e offuscava quel viso segnato da smorfie, Padre Nicholas sudava e gridava invocazioni, in un crescendo spasmodico.
Il giovane chierico al suo fianco aveva gli occhi dilatati dall’incredibile spettacolo che gli si parava innanzi.
Mai avrebbe pensato di assistere a qualcosa di così sconvolgente.
La sua mente era pervasa da visioni, mentre con un filo di voce, quasi senza accorgersene si ritrovò a sussurrare invocazioni.
Infine, finalmente pervaso da sacro furore proruppe in un alta, possente invocazione e preghiera:
“Esci da questo corpo e entra in me!!”
Disse il giovane seminarista ancora completamente trascurato dall’orgia!

Written by Michele

31 marzo 2014 at 10:36

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

LapostrofoAura

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: