Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Posts Tagged ‘roma

Tonarello, m’hai provocato? E mò ti distruggo!

with 70 comments

Come sempre tornare a casa da una splendida vacanza è destabilizzante per l’equilibrio della psiche e del corpo.
In parole povere i maroni roteano a mille!
selfromaCerto ci sono piccole consolazioni, l’essermi divertito enormemente al raduno blogger Romano, l’aver conosciuto persone davvero splendide e che mi è dispiaciuto assai lasciare dopo due giorni di risate, chiacchiere amene, minchiate colossali (principalmente mie) e contornate da cibo e alcolici in piacevole abbondanza.
Come extra poi il cameriere di un ristorante ha riconosciuto il mio libro, l’aveva comprato a rimini!
Perdipiù si è scoperto che la nuova cuoca del locale è mia concittadina, di Novi, e la conoscevo pure!
pomataPoi ieri nel mio solitario gironzolo romano non solo sono andato in irrinunciabile pellegrinaggio di fronte al portone della casa “der pomata” dal mitico film cult “febbre da cavallo”, sosta di cui vedete qui a lato una diapositiva!
Ma sono anche stato protagonista di curioso accadimento, un mio innocente commento sfuggitomi inopinatamente ad alta voce, fronte pantheon, al passaggio di stragnocca bionda apparentemente straniera:
«Minchia che gnocca» esclamai con tono lievemente troppo audace.
Al suo voltarsi a guardarmi con sopracciglio curiosamente sollevato stile mr Spock e sorriso in tralice compresi ahimè l’errore.
Era italiana…
Dulcis in fundo, persino il cielo l’urbe stamane ha pianto copiosamente la mia partenza, mentre a casa mi ha accolto un sole smagliante, perfetto per il mio certame calcettistico serale.
Ma bando ai nostalgici ricordi e via al pensiero di nuove mirabili avventure Ritrovistiche, che si spera si ripeteranno al più presto!
Ma sciocchezze a parte, si sono scambiate in questi giorni davvero molte parole, e le parole, si sa, sono in fondo solo come delle bottiglie, certo di infinite forme, colori dimensioni e preziosistà dei materiali, ma alla fine ciò che si assapora davvero sono solo i pensieri e realtà che devono contenere, o si finisce per dissetarsi del nulla.
E devo ammettere che personalmente mi sono dissetato di molteplici sfumature preziosi di pensieri, e certamente non mi riferisco alle bevute che li hanno accompagnati.
Anche se devo ammettere che dopo questi tre giorni pare ci sia ormai ben poco sangue nel mio alcol…

Written by Michele

13 maggio 2014 at 18:34

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

Roma fai la stupida stasera

with 26 comments

Roma nun fa’ la stupida stasera
damme ‘na mano a faje di’ de si’
sceji tutte le stelle piu’ brillarelle che pòi
e un friccico de luna tutta pe’ noi
faje senti’ ch’e’ quasi primavera
manna li mejo grilli pe’ fa’ cri cri
prestame er ponentino
piu’ malandrino che c’hai
Roma reggeme er moccolo stasera

 

 

Già, Roma fai la stupida stasera ma soprattutto sabato e domenica, visto che con viva e vibrante soddisfazione parteciperò al blograduno worpress (ritroviamoci) in quel della capitale.
Pertanto non sarò presente su questi schermi fino alla prossima settimana.
È una fatal tremenda notizia questa, lo ben so, per tutti gli avidi affezionati lettori, ma coraggio, potrete supplire alla mia assenza dilettandovi in qualche amena lettura qui a lato.
E così farò risuonare il mio barbarico YAWP sopra i tetti dell’Urbe
Perché sono certo
saranno giorni pregni di quella cosa, non mi viene il nome…
Come si dice di quando tutto va bene, sei euforico, senza pensieri e libero?
Ah sì!
Ebbrezza alcolica!

Written by Michele

8 maggio 2014 at 14:26

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

Stanza delle Lacrime

with 32 comments

Stanza delle Lacrime

Il fumo candido stava ancora salendo nel cielo di Roma quando il nuovo Pontefice entrò emozionato e intimamente euforico nella stanza delle lacrime, la sacrestia della Cappella Sistina.
Come voleva da sempre la consuetudine era solo, sarebbe stato raggiunto di lì a poco per la tradizionale vestizione, ma era prassi concedergli quel poco tempo per meditare sull’alto incarico e entrare in comunione con il suo Dio, di cui ora era divenuto la voce e la stessa incarnazione.
Eppure si rese stranamente conto di non essere davvero solo, uno sconosciuto era seduto in un angolo, nell’oscurità, e lo guardava, sorridendo.
«Chi sei?» Chiese stupito l’ex Cardinale.
Con una risata agghiacciate e occhi fiammeggianti, Satana si rivelò in tutta la sua orribile magnificenza, quindi parlò:
«Come faccio da sempre, passo a salutare il nuovo rappresentante della mia miglior trovata. Mica pensavi davvero seriamente che questo coacervo di violenza, lussuria, avidità che chiamate mondo potesse essere opera del tuo Dio? Dio è solo la mia più bella invenzione, sono mie le sole mani che reggono i fili del mondo.»
Quando gli alti prelati entrarono videro il Pontefice inginocchiato, in lacrime, come da sempre tutti gli altri.

Written by Michele

28 aprile 2014 at 10:33

Pubblicato su racconti

Tagged with , , , , , ,

Anche i Micheli ritornano

with 28 comments

Ed eccomi di ritorno dalla vacanza romana.
Come sempre il rientro a casa e soprattutto al lavoro è tragicamente traumatico, dopo giorni di gozzoviglie, relax e risate in abbondanza.
Mi sono ovviamente divertito assai, ho anche conosciuto nuove deliziose persone, ho scoperto di essere un ottimo “master of chains” (nel senso che come appendo io alle catenelle le fotografie!) contribuendo all’allestimento della mostra fotografica (del post precedente) davvero stupenda.
Ma buttandomi piè pari sull’argomento del giorno, ebbene sì, anche quest’anno lavoro per mantenere la mia imbattibilità, con più di vent’anni senza guardare minimamente il festival di Sanremo!
E lotterò strenuamente per conservare questo primato.
Perché Sanremo è Sanremo…
Ma minchia!!

Written by Michele

21 febbraio 2014 at 13:46

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Roma, fa la stupida da domani

with 63 comments

Oggi me sembra che
er tempo se sia fermato qui.
Vedo la maestà der Colosseo,
vedo la santità der Cuppolone,
e so’ più vivo,
e so’ più bono,
no, nun te lasso mai,
Roma capoccia
der monno infame

metafisicamenteEbbene sì, questo blog, e soprattutto l’umano utilizzato per scriverlo porgono i loro saluti a tutti i visitatori, perché domani fuggo per ben 6, diconsi 6 giorni di vacanze romane. Oltre che per il piacere di rivedere cari amici e dilettarmi in abbondanti degustazioni enogastronomiche, soprattutto per partecipare alla splendida mostra fotografica di una carissima amica:
Meta’-fisica-mente
Di cui vedete a lato la locandina, e invito tutti quelli che saranno a Roma la prossima settimana a non perdersela assolutamente perché ne vale davvero la pena (garantisco personalmente).
Come extra, martedì 18 e mercoledì 19, se qualcuno di voi amici lettori romani passerà di lì, non mancherò di offrirvi qualcosa da bere, oltre a qualche piacevole risata insieme.
Naturalmente si berrà qualcosa di delizioso…
La vita è troppo breve per bere del vino cattivo…

Written by Michele

13 febbraio 2014 at 13:51

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

Roma fugit

with 22 comments

Quanto sei bella Roma
quand’è sera
quando la luna se specchia dentro ar fontanone
e le coppiette se ne vanno via,
quanto sei bella Roma
quando piove…


In verità la preferisco anche se non piove, e per fortuna acqua ne ho presa pochina, anzi più che altro sole, giusto qualche spruzzo qua e là.
Ma la gitarella a Roma è stata decisamente piacevole, con il clou della festa anni 70 su un barcone sul Tevere assolutamente divertente.
Con l’immenso piacere di rivedere molti vecchi e cari amici nonché quello di conoscerne di nuovi e altrettanto simpatici.
Certo poi il mio look terrificante ha contribuito:
Basettoni anni 70… Ce l’avevo! (anche se ho dovuto sacrificare parte della mia barba, e mi son poi rivisto domenica per la prima volta da una vita senza barba, quando ho eliminato con un pizzico di nostalgia i basettoni). C
amicia bianca con colletto puntuto e aperta con catene alla Califano… Ce l’avevo!
Pantalone a zampa… Ce l’avevo!
Giacca di montone con pelliccia, che faceva immensamente pappone newyorkese… Ce l’avevo!
E la foto del suddetto abbigliamento ha raggiunto ben 72 mi piace sul mio profilo facebook (forse record della pista), anche se credo fossero più sinonimi di: mi fa morir dal ridere!
Dal punto di vista enogastronomico (uno di quelli che più mi premono di solito, lo ammetto) è stata una gita moto soddisfacente, con ottime mangiate e bevute, e con un piatto di paccheri cacio pepe e lardo di colonnata che oserei definire commoventi (alla Raspelli).
E come sempre, quando riparto a Roma, mi resta una immensa voglia di tornarci presto.
Senza contare naturalmente le sempre continue scoperte architettoniche e storiche che fanno parte di una tale visita…
Per esempio ho finalmente imparato che i Romani, per attaccare a fondo Cartagine… U
sarono la colla….

Written by Michele

20 novembre 2013 at 13:44

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Vacanze Romane

with 33 comments

Poi, dolce vita che te ne vai
Sul Lungotevere in festa
Concerto di viole e mondanità
Profumo tuo di vacanze romane


Ancora un pomeriggio di lavoro e poi via, mi prendo, prima del tour de force prenatalizio (ben un mese di negozio senza più un giorno di pausa, domeniche comprese), alcuni giorni di vacanza romana. Anche se non andrò in vespa.
Mi aspetta poi sabato sera una curiosa festa anni 70 su un barcone sul Tevere, con una panoplia di deliziosi amici e che senza dubbio si rivelerà immensamente folle.
Vi narrerò quindi poi qualcosa della festa, permanenza a Roma, incluse le irrinunciabili bisbocce enogastronomiche, che poi saranno il succo della gita. Sempre che il quasi certo elevato tasso alcolico non rendano il tutto più simile a un oblioso sogno che alla realtà.
perché come direbbero a Roma…
Se er vino nun lo reggi, l’uva magnatela a chicchi…

Written by Michele

14 novembre 2013 at 15:02

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: