Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

La vera scelta

with 43 comments

La vera scelta

L’Emiro, come ogni sera, passò lungo la fila delle decine di donne del suo immenso variegato harem, con il grande fazzoletto rosso in mano, simbolo del suo potere assoluto di scelta.
Quanto si sentiva un Dio in quel momento, capace di dispensare piacere e invidia tra loro, le sue fanciulle adoranti.
Con la sua decisione, sempre oculata, era pronto a premiare colei che più sapeva mettersi in luce per lui.
Amina lo vide fermarsi davanti a sé, sapeva di essere truccata meglio di tutte, in modo  assolutamente perfetto, e anche abbigliata con i suoi colori preferiti e nel modo più sensuale.
Nulla in lei era fuori posto, unica tra le tante.
Il rosso cadde ovviamente ai suoi piedi, lei si chinò a raccoglierlo, con uno smagliante sorriso, per poi seguire il suo signore nelle stanze del piacere, passando davanti alle altre, ora tutte a testa bassa.
Sapeva che sarebbe stata scelta, era la sola davvero perfetta quella sera.
Era stata lei a estrarre la pietra nera dal sacchetto, purtroppo.

Annunci

Written by Michele

15 giugno 2014 a 10:48

Pubblicato su racconti

Tagged with , , , , , ,

43 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Mi piace questo gioco di scelte! Mi viene in mente la mia nonna, quando mi diceva che in ogni casa è la donna a comandare… ma il matrimonio funziona solo se la donna fa credere al marito che sia il contrario 😉

    Bia

    19 giugno 2014 at 13:50

  2. quel “purtroppo” piazzato lì in chiusura è una “bastardata” eccelsa,
    sei una vecchia volpe caro mio :mrgreen:

    TADS

    TADS

    18 giugno 2014 at 10:26

  3. :):):) CI SONO… PER POCO, MA CI SONO!
    UN ABBRACCIO MICHE
    ALLA PROSSIMA 🙂

    Nicole

    17 giugno 2014 at 13:14

  4. qualche post più sotto hai usato la parola ‘fede’ con l’iniziale sempre minuscola. qui usi ‘Dio’ con l’iniziale maiuscola ma con un bell’articolo indeterminativo schiaffato davanti.
    trovo la scelta piuttosto curiosa.

    Perennemente Sloggata

    16 giugno 2014 at 21:34

    • Dici? Beh visto che qui si parla più di filosofia spicciola ci stava.
      E poi ammetto che così rende di più visivamente il titolo 😉

      Michele

      16 giugno 2014 at 21:36

  5. Non è meglio lasciar fare al destino?
    Ciao Michele

    tramedipensieri

    15 giugno 2014 at 17:44

  6. che fantasia eccelsa che hai…. 🙂

    Amor et Omnia

    15 giugno 2014 at 17:26

  7. Michele, spero per te che non ti legga qualche buon emiro… altrimenti sono cavoli acidi 🙂
    Scherzi a parte, il finale è struggente quanto pungente!!!
    Buona domenica.

    Nadine

    15 giugno 2014 at 16:52

  8. Molto bello….in effetti è una condanna non un privilegio….
    Buona domenica 🙂

    Silvia

    15 giugno 2014 at 15:53

  9. Bravo! Molto bello, e un bel ritmo!

    Wish aka Max

    15 giugno 2014 at 14:30

  10. Bello! Buona domenica,65Luna

    65luna

    15 giugno 2014 at 13:11

  11. Oltre l’apparenza 🙂

    itacchiaspillo

    15 giugno 2014 at 12:15

  12. molto bello e riflessivo

    mo1503

    15 giugno 2014 at 11:14

    • grazie, ogni tanto mi serizzo pure io, (ma poi passa) 😉

      Michele

      15 giugno 2014 at 11:15

  13. Splendido finale

    fariv66

    15 giugno 2014 at 11:01


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: