Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Posts Tagged ‘vacanze

Roma fai la stupida stasera

with 26 comments

Roma nun fa’ la stupida stasera
damme ‘na mano a faje di’ de si’
sceji tutte le stelle piu’ brillarelle che pòi
e un friccico de luna tutta pe’ noi
faje senti’ ch’e’ quasi primavera
manna li mejo grilli pe’ fa’ cri cri
prestame er ponentino
piu’ malandrino che c’hai
Roma reggeme er moccolo stasera

 

 

Già, Roma fai la stupida stasera ma soprattutto sabato e domenica, visto che con viva e vibrante soddisfazione parteciperò al blograduno worpress (ritroviamoci) in quel della capitale.
Pertanto non sarò presente su questi schermi fino alla prossima settimana.
È una fatal tremenda notizia questa, lo ben so, per tutti gli avidi affezionati lettori, ma coraggio, potrete supplire alla mia assenza dilettandovi in qualche amena lettura qui a lato.
E così farò risuonare il mio barbarico YAWP sopra i tetti dell’Urbe
Perché sono certo
saranno giorni pregni di quella cosa, non mi viene il nome…
Come si dice di quando tutto va bene, sei euforico, senza pensieri e libero?
Ah sì!
Ebbrezza alcolica!

Written by Michele

8 maggio 2014 at 14:26

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

È sempre meglio un uovo oggi!

with 32 comments

uovoEd eccoci così quasi a Pasqua
E ovviamente il simbolo ormai classico della pasqua è lui, l’immancabile goloso sorpresadotato uovo di cioccolata.
Io però da moltissimo tempo ho un particolare rapporto con le uova di pasqua, le adoro certo, soprattutto l’immancabile nocciolato metà fondente metà al latte della Lindt che immancabilmente, come da pluridecennale tradizione, la mia mamma mi regala ogni anno, me l’ha portato giusto stamattina.
E a chi eventualmente pensasse se non sono ormai troppo grande per l’uovo di pasqua, rispondo seriamente che mica devo entrarci dentro!
Ma tornando a monte, c’è sempre un piccolo però che mi perseguita fin da una lontana pasqua del 71 (o 72 non ne sono certo).
In quell’anno, come capitava sempre da piccolo per le vacanze pasquali, mi trovavo a Rapallo (dove possiedo una casa) insieme ai miei nonni paterni (che si trasferivano a Rapallo per tutto il periodo invernale), in attesa che la domenica di pasqua i miei genitori e i miei zii ci raggiungessero per festeggiare come da vecchia tradizione di famiglia la pasqua laggiù.
Come sempre (normale per un bambino di 5 (o 6) anni, l’attesa spasmodica era proprio per l’uovo che sarebbe arrivato insieme ai miei la domenica mattina e anche quell’anno non fece eccezione, o meglio in effetti ci fu un arrivo eccezionale, perché mio zio con una botta immensa del suddetto aveva vinto il primo premio della pasticceria Vercesi (una delle migliori di tortona che oltre tutto si trova accanto al mio negozio) consistente in un immane, mirabolante, gigantesco uovo di pasqua, la cui altezza superava la mia di almeno quattro dita.
Immaginate la mia gioia sfrenata di bambino (sono oltre tutto sempre stato un bambino estremamente allegro, ma quella volta…) nel vederlo entrare dalla porta.
Mai, nemmeno nei sogni più sfrenati, avevo pensato potesse esisterne uno di tali dimensioni inusitate, ed era tutto mio! Soprattutto la sorpresa che ero certo sarebbe stata bellissima, superba e imperdibile, proporzionatamente alle dimensioni dell’uovo.
Fu una cena stressantissima, perché tutto quello che desideravo era finisse in fretta per procedere alla fatale rottura,
Finalmente, dopo una (per me) lunghissima attesa, giunse il momento fatidico.
Vederlo senza la carta colorata fu sublime, un immenso ovale di cioccolato che mi attendeva inerme, e dovetti colpirlo molto forte con un pugno un paio di volte per riuscire a spezzarne la spessa dolce scorza, poi affondai ardentemente le mani all’interno per estrarne un grosso involucro rettangolare che lo aprii vorace, straziando la carta protettiva… per trovare all’interno una enorme tovaglia verde con tovaglioli per otto persone…
Questo mi provocò certamente una delle maggiori delusioni della mia infanzia, e da allora la sorpresa delle uova di pasqua ha perso gran parte del mistero e interesse per me, sovrastata dalla golosità del perdermi immancabilmente nel sapore di cioccolato alle nocciole.
Comunque… auguri di buona Pasqua a tutti, e di ottime sorprese, se non nell’uovo nella giornata!
E seguite un amichevole e utile mi consiglio:
A Pasqua siate buoni, salvate anche voi un agnello…
Fatevi una pecorina!

Written by Michele

18 aprile 2014 at 13:54

Anche i Micheli ritornano

with 28 comments

Ed eccomi di ritorno dalla vacanza romana.
Come sempre il rientro a casa e soprattutto al lavoro è tragicamente traumatico, dopo giorni di gozzoviglie, relax e risate in abbondanza.
Mi sono ovviamente divertito assai, ho anche conosciuto nuove deliziose persone, ho scoperto di essere un ottimo “master of chains” (nel senso che come appendo io alle catenelle le fotografie!) contribuendo all’allestimento della mostra fotografica (del post precedente) davvero stupenda.
Ma buttandomi piè pari sull’argomento del giorno, ebbene sì, anche quest’anno lavoro per mantenere la mia imbattibilità, con più di vent’anni senza guardare minimamente il festival di Sanremo!
E lotterò strenuamente per conservare questo primato.
Perché Sanremo è Sanremo…
Ma minchia!!

Written by Michele

21 febbraio 2014 at 13:46

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , ,

Roma, fa la stupida da domani

with 63 comments

Oggi me sembra che
er tempo se sia fermato qui.
Vedo la maestà der Colosseo,
vedo la santità der Cuppolone,
e so’ più vivo,
e so’ più bono,
no, nun te lasso mai,
Roma capoccia
der monno infame

metafisicamenteEbbene sì, questo blog, e soprattutto l’umano utilizzato per scriverlo porgono i loro saluti a tutti i visitatori, perché domani fuggo per ben 6, diconsi 6 giorni di vacanze romane. Oltre che per il piacere di rivedere cari amici e dilettarmi in abbondanti degustazioni enogastronomiche, soprattutto per partecipare alla splendida mostra fotografica di una carissima amica:
Meta’-fisica-mente
Di cui vedete a lato la locandina, e invito tutti quelli che saranno a Roma la prossima settimana a non perdersela assolutamente perché ne vale davvero la pena (garantisco personalmente).
Come extra, martedì 18 e mercoledì 19, se qualcuno di voi amici lettori romani passerà di lì, non mancherò di offrirvi qualcosa da bere, oltre a qualche piacevole risata insieme.
Naturalmente si berrà qualcosa di delizioso…
La vita è troppo breve per bere del vino cattivo…

Written by Michele

13 febbraio 2014 at 13:51

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , , ,

Vacanze

with 48 comments

Va dolce vita che te ne vai
sul lungotevere in festa
Concerto di viole e mondanità
profumo tuo di vacanze romane

E anche ferragosto sta per arrivare, oggi per me ultimo giorno di lavoro, e mi prendo una meritata settimana di vacanza.
Fuga a Roma per il weekend e poi in Abruzzo, ospite di splendidi amici con cui ci si diletterà in bisbocce sicuramente indimenticabili, per cui auguro a tutti gli amici che passano di qui un ferragosto esagerato e tremendamente intenso.
Oltre tutto, stranamente, oggi non mi sento particolarmente logorroico, quindi vi rilasserò la lettura terminando qui.
Perché sapete! Anche in questo sono bravissimo…
Pensate che so
tacere in ben 19 lingue, compreso lo swahili…

Written by Michele

8 agosto 2013 at 14:26

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , ,

Ricette pensieri e idiozie

Non è un food blog, non è un diario, allora cos'è?

La Pillaccherona

... stai sempre a spilaccherà.

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Una certa idea di inchiostro

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: