Michele (Caliban)

Perfidissimo Me

Penso di pensare

with 23 comments

Io penso positivo perché son vivo perché son vivo,
io penso positivo perché son vivo e finché son vivo,
niente e nessuno al mondo potrà fermarmi dal ragionare,
niente e nessuno al mondo potrà fermare, fermare, fermare
quest’onda che va,
quest’onda che viene e che va

Spesso, forse troppo spesso mi ritrovo a pensare, con la mente vaga e divaga quando mi accingo a scribacchiare qualcosa di nuovo qui.
E molto spesso mi chiedo se riesco effettivamente a scrivere tutto ciò che realmente penso o se ci riuscirò mai, e anche se riuscirò a ricordarmi tutto quello che sto pensando e ho pensato per il futuro.
La distanza tra il pensare e lo scrivere a volte è incolmabile.
Capitano momenti in cui mi chiedo persino se condivido davvero tutto quello che penso o se lo penso solamente.
Poi mi consolo dalle mie contraddizioni ricordando le parole di Corneille: “nel mondo immutabile e leggero costanza è spesso il variar pensiero”.
Perché in fondo i pensieri sono come le ombre delle nostre sensazioni, sempre più oscuri, più vani, più semplici di queste.
E trasformarli in parole spesso li muta inesorabilmente, rendendoli sottilmente differenti, mediandoli con grammatica, retorica e svolazzi letterari.
Perché in fondo le parole volano sì sempre in alto, ma se i pensieri restano a terra sono perdute, spazzate via come palloncini nel vento.
Le parole senza pensiero non vanno mai in paradiso. E
certo, in fondo, pensare ha la sua importanza…
È ciò che distingue l’uomo dalle lenticchie…

Advertisements

Written by Michele

18 marzo 2014 a 14:05

Pubblicato su pensieri

Tagged with , , , , ,

23 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Bello questo tuo post animato dal pensiero e bene espresso attraverso le parole.
    L’ho lasciato decantare dentro me poi l’ho riletto per condividerne lo scritto.
    La mente ingorda ha sostato a lungo sulle lenticchie 🙄 dimenticando tutte le parole. 😦
    un abbraccio

    afinebinario

    19 marzo 2014 at 14:46

    • haahhaha la lenticchia logora un po’ alla fine 😉
      ma mi fa piacere tu abbia apprezzato pensieri e parole, abbraccione a te

      Michele

      19 marzo 2014 at 15:04

  2. In alcuni casi le parole sono gli ingredienti con cui realizzare un buon piatto da mangiare…se pensi ai bucatini alla matriciana e poi non li cucini la fame non passa 😉
    Ti abbraccio! 😀

    labloggastorie

    18 marzo 2014 at 15:36

  3. Teniamo il pensiero senza parola….qualche volte non è così necessario trasformarlo, no?
    ciao
    .marta

    PS: a me le lenticchie non piacciono, lo so, non t’importa ma giusto così….per dire. Esempiodipensierotrasformato 😀

    tramedipensieri

    18 marzo 2014 at 15:19

  4. le parole senza pensiero si disperdono nell”aria alla prima folata di vento 😉

    Silvia

    18 marzo 2014 at 15:00

  5. (Scusami ti ho defollowato per sbaglio!Stupida tecnologia!) 😀

    V.

    18 marzo 2014 at 14:52

    • ahhaah capita capita, il clic selvaggio colpisce spesso anche me 😉
      un sorriso

      Michele

      18 marzo 2014 at 15:03

  6. Magari dalle lenticchie no, ma questa frase “Le parole senza pensiero non vanno mai in paradiso” è meravigliosa.

    Bia

    18 marzo 2014 at 14:46

  7. Sai, Mi Sono Resa Conto Che Pensare Mi Da L’Input” Per Scrivere Ma Poi Stravolgo Completamente Il Pensiero!!!! Buon Pomeriggio,65Luna

    65luna

    18 marzo 2014 at 14:26

  8. Le parole senza pensiero sono solo scarabocchi o suoni distorti. E’ vero, è il pensiero che le rende vive e, come tali, capaci di morire.

    Topper

    18 marzo 2014 at 14:25

    • già, decisamente, la parola è solo una bottiglia, sono i pensieri reali all’interno che la rendono inebriante

      Michele

      18 marzo 2014 at 14:27


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La ragazza che pedala

Scatto fisso, senza freni. Non posso fermarmi anzi non voglio farlo.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Noras Erotica

I'm just a puzzle that doesn't wanna be solved

the.blonde.emigrant

Random feelings, crazy life

Un Folletto in abito da sera

Io sono quella che, con le parole, crea origami per decorare le pagine

Rupestreblog

∃x(φ)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

Note di Rugiada

Scrivere è dar voce al silenzio

17 e 17

UN PO' PIU' DI TWITTER, UN PO' MENO DI UN BLOG

ipennaioli.wordpress.com/

I PENNAIOLI USANO ANCORA CARTA, PENNA E CALAMAIO. SCRIVONO DA ANNI RACCONTI E LI DIFFONDONO ATTRAVERSO PICCIONI VIAGGIATORI AI LORO LETTORI. ALCUNI AMICI NE HANNO SELEZIONATI E RACCOLTI UNA PARTE E HANNO APERTO UNA “BOTTEGA DELLE LETTERE” PER POTERLI DIVULGARE SPONTANEAMENTE ATTRAVERSO INTERNET. NE “LA BOTTEGA DELLE LETTERE” SONO CUSTODITI FRAMMENTI DI QUOTIDIANITÀ, VISSUTA O IMMAGINATA: ESPERIENZE, PARADOSSI, INNAMORAMENTI, EROS. UNA BOTTEGA APERTA AGLI AMICI E A TUTTI COLORO CHE PASSERANNO A trovarci e che con il loro sostegno ci stimoleranno ad esprimerci in modo sempre più creativo e fantasioso.

Laura Ruggiero

Sono solo [Luoghi]. Altrove. @LapostrofoAura

Alessandra Favaro

Le emozioni non possono guarire i mali del mondo, ma permettono di sognare forte!

Luminaria sprecata

L'essenziale è invisibile agli occhi

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Debs and the City

di Deborah Talarico

Anna Salvaje

Diario di una cougar

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

libellula22

Non cedere mai alle passioni ma se cedi fallo con tutta l' anima

La Mela sBacata

qualche spicchio di me: pensieri caotici in ordine sparso

maplesexylove

_Fall in love with style_

Alice Ayres

NEVER REPRESS YOURSELF

In punta di piedi

Entra in punta di piedi e spia nel buco della serratura

Il benessere secondo Sara

Mens sana in corpore sano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: